Strumento per i test di velocità delle VPN

JP Jones - CTO di Top10VPNFoto dell’Editor del sito Top10VPN.com Callum Tennent

JP Jones è il nostro CTO. Ha oltre 25 anni di esperienza nei campi di progettazione software e networking e supervisiona tutti gli aspetti tecnici del nostro processo di test delle VPN.

Callum Tennent supervisiona il modo in cui testiamo e recensiamo i servizi VPN. È un membro dell'IAPP e i suoi consigli sulle VPN sono stati pubblicati su Forbes e Internet Society.

Il nostro test della velocità delle VPN è sempre in funzione, 365 giorni all’anno, ed esegue più di 3.000 test di velocità alla settimana per 16 delle VPN più note.

Utilizza lo strumento di test della velocità delle VPN riportato di seguito per ottenere risultati accurati sulla velocità per alcune delle VPN più diffuse. Lo strumento visualizza una sequenza temporale dei dati di velocità registrati per mostrare come una VPN funziona in modo coerente nel tempo.

I nostri server di test sono dislocati in tutto il mondo e vengono aggiornati ogni sei ore. È inoltre possibile scegliere tra diversi protocolli VPN per scoprire come possono variare le velocità.

Confronta le velocità delle VPN

Riepilogo (0 di 5 selezionati)

* Protocollo preferito dal provider. Questa potrebbe non essere sempre la scelta ottimale per la velocità o la sicurezza e potrebbe non essere disponibile su tutti i server. Scopri di più sui protocolli VPN.
Nota: i dati riportati di seguito rappresentano una media delle ultime 6 mesi calcolata come media di 4 test eseguiti ogni 6 ore ogni giorno.

Periodo: ultime 6 mesi

Mbps

Fare clic per visualizzare nascondere il grafico

    I nostri test di velocità delle VPN automatizzati

    Abbiamo server di test configurati in 11 città sparse in tutto il mondo, con 16 delle VPN più note in esecuzione su ciascun server.

    I nostri server di test si scambiano dati 24 ore su 24, sette giorni su sette, per creare un quadro preciso e a lungo termine della velocità effettiva di ogni VPN.

    Abbiamo limitato la velocità di connessione a 100 Mbps per riprodurre la condizione di un utente Internet tipico su una connessione a banda larga a fibra ottica domestica.

    Inoltre, il trasferimento dei dati è stato progettato per funzionare nel modo più costante possibile.

    I dati che inviamo sono regolati, senza compressione e privi di protocolli o porte aggiuntivi che rallentano la trasmissione.

    Eseguiamo 121 test ogni sei ore per VPN e definiamo una media, assicurandoci di eliminare eventuali errori evidenti.

    I dati visualizzati nei grafici sopra riportati rappresentano una media giornaliera di tutti i test. Non è perfetto, ma riteniamo che sia lo strumento migliore su Internet per scoprire come funzionano effettivamente le VPN.

    Utilizziamo la perdita di velocità media come statistica di riferimento, poiché rappresenta la sezione di dati più significativa per gli utenti VPN domestici.

    È possibile che a casa si disponga di velocità Internet diverse rispetto ai nostri server da 100 Mbps. In questo caso, non si deve fare altro che prendere la percentuale di perdita di velocità della VPN che interessa e applicarla alle proprie velocità Internet.

    Ad esempio, se una VPN riduce del 20% la velocità del server, è possibile presumere che una velocità di Internet domestica di 50 Mbps senza VPN si riduca a 40 Mbps durante l’utilizzo.

    Disporre di una VPN molto veloce è fondamentale, perché influisce su tutte le attività Internet durante la connessione alla VPN.

    L’impatto maggiore sarà su videogiochi online, streaming video e download di file torrent. Tuttavia, anche le attività quotidiane, come la navigazione sui social media o l’invio di allegati e-mail di grandi dimensioni, possono essere rallentate.

    Quali VPN vengono testati?

    Il nostro strumento verifica le velocità delle seguenti 16 VPN:

    • CyberGhost
    • ExpressVPN
    • hide.me
    • HideMyAss! (HMA VPN)
    • Hotspot Shield
    • IPVanish
    • Mullvad
    • NordVPN
    • Private Internet Access
    • PrivateVPN
    • Proton VPN
    • SaferVPN
    • Surfshark
    • TunnelBear
    • VyprVPN
    • Windscribe

    Abbiamo selezionato queste VPN in base alle loro ampie basi di clienti, popolarità e qualità del servizio.

    Non è certo un elenco completo e continueremo ad aggiungere altre VPN.

    Attualmente, ci stiamo limitando alle VPN che hanno la configurazione giusta (oltre al protocollo OpenVPN) per essere aggiunte alla nostra infrastruttura di test.

    Dove si trovano i server utilizzati per i nostri test della velocità?

    Abbiamo server di test di velocità situati in 11 città in tutto il mondo:

    • Amsterdam, Paesi Bassi
    • Francoforte, Germania
    • Londra, Regno Unito
    • New York, Stati Uniti
    • Parigi, Francia
    • San Francisco, Stati Uniti
    • Singapore
    • Sydney, Australia
    • Tokyo, Giappone
    • Toronto, Canada
    • Vancouver, Canada

    Anche se la propria città potrebbe non essere presente in questa lista, ci auguriamo che la diffusione globale sia sufficientemente ampia da consentire a tutti gli utenti di stimare come potrebbero essere le loro velocità.

    Ulteriori informazioni: quando recensiamo le VPN, eseguiamo anche test di velocità manuali, come descritto nel nostro processo di recensione delle VPN.

    Potrebbero essere rilevate alcune differenze tra le VPN più veloci in base ai nostri test di velocità manuali e alle rilevazioni del nostro strumento automatizzato.

    Come eseguire i test di velocità della propria VPN a casa

    Test di velocità di ExpressVPN con speedtest.net

    Esistono due modi per testare la velocità di una VPN: con uno strumento integrato nella propria VPN o con un sito Web di test della velocità.

    Alcune VPN dispongono di un proprio strumento di test della velocità all’interno delle applicazioni. Potrebbero non essere disponibili su tutte le piattaforme, ma rappresentano un modo rapido per conoscere le prestazioni della VPN in termini di velocità.

    Ad esempio, lo strumento di test della velocità di ExpressVPN mostra le velocità di connessione su server a cui non si è nemmeno connessi.

    Se la VPN non dispone di un proprio test della velocità, è possibile utilizzare un sito Web o un’app per il test di velocità Internet. Se si è già provato a testare la velocità di Internet, il processo è esattamente lo stesso.

    Ecco come testare la velocità del software VPN:

    1Connettersi a un qualunque server VPN

    Connettersi al server VPN che si utilizza con maggiore frequenza. Se si sta cercando di risolvere un problema di server lento, connettersi al server che presenta difficoltà (molte VPN consentono di selezionare una posizione generale, come New York, ma stabiliscono la connessione a uno dei tanti server della città).

    2Visitare uno dei siti Web di test della velocità

    Per l’esecuzione dei test di velocità VPN noi utilizziamo speedtest.net. In base a nostri test approfonditi, lo strumento non avvantaggia alcun ISP o VPN.

    3Accertarsi di aver selezionato il server giusto

    È necessario connettersi prima alla VPN e solo dopo aprire il sito Web o l’app per il test della velocità. In caso contrario, il software di test della velocità tenterà di connettersi a un server vicino alla propria posizione reale. Verificare che non sia questo il caso.

    4Accertarsi che la connessione di test della velocità sia impostata su “multi”

    Alcuni siti Web (come speedtest.net) consentono di scegliere tra un test di connessione “single” (singolo) o “multi”. Scegliamo sempre “multi”, non solo per coerenza, ma perché offre risultati più accurati su connessioni veloci.

    5Fare clic su “GO” (Via)

    A questo punto è possibile avviare il test e prendere nota dei valori di download, upload e ping visualizzati per confrontare questi risultati con quelli ottenuti quando la VPN non è in esecuzione.

    Perché le VPN rallentano la velocità di Internet

    La verità è che tutte le VPN rallentano la velocità di Internet. Questo accade a causa del modo in cui operano le VPN.

    In genere, il traffico Internet viene trasferito dal dispositivo al sito Web o al servizio in uso e viceversa.

    Una VPN devia il traffico prima verso un server VPN, quindi verso un sito Web o a un’applicazione, prima che i dati vengano inviati nuovamente all’utente.

    La distanza aggiuntiva percorsa ha un impatto sulla velocità del sul Web. Questo spiega anche perché la velocità rallenta quanto più il server VPN è lontano dalla posizione reale.

    Inoltre, le VPN utilizzano una robusta crittografia per garantire la sicurezza su Internet. Più sicura è la crittografia, maggiore sarà l’impatto sulla velocità.

    Tuttavia, le migliori VPN offrono velocità molto elevate insieme alla crittografia migliore del settore.

    L’obiettivo quando si sceglie una VPN non è trovarne una che non rallenta Internet, ma quella che lo rallenta meno.

    È per questo che parliamo di percentuali di perdita di velocità, sia in questa pagina che nelle nostre recensioni.

    Il calcolo della percentuale di perdita di velocità è il modo più equo per misurare la velocità delle VPN. Consente inoltre di applicare tale percentuale alla velocità Internet degli utenti per fornire un’idea di come le VPN possono influenzarla.

    Come migliorare le velocità della propria VPN

    Un diagramma che spiega come si possono migliorare le velocità della propria VPN

    Se si trova una VPN che piace, ma non si è del tutto soddisfatti delle sue velocità, non è troppo tardi. Per aumentare la velocità della VPN, è possibile provare a:

    1Utilizzare un router VPN

    I router VPN sono progettati specificamente per funzionare con le VPN. È possibile anche acquistarli preconfigurati, in modo da ottenere le migliori velocità possibili.

    Ogni dispositivo che si connette a un server VPN viene automaticamente protetto. Prima di acquistarlo, verificare che la propria VPN sia compatibile con il router.

    2Provare a utilizzare un protocollo VPN diverso

    Protocolli VPN diversi offrono velocità diverse, anche se si è connessi alla stessa posizione del server.

    Noi consigliamo di utilizzare sempre OpenVPN, in quanto riteniamo che sia il più sicuro, ma all’interno di OpenVPN si può scegliere tra UDP o TCP. UDP è il più veloce dei due, mentre TCP è più affidabile, ma sono altrettanto sicuri.

    Se si è ancora in difficoltà, è possibile provare a modificare il protocollo della VPN in IKEv2. È ancora un protocollo sicuro (non consiglieremmo mai niente che non lo sia) ma è spesso più veloce di OpenVPN.

    3Connettersi a un server vicino

    È semplice: più vicino è il server VPN, più veloce sarà la connessione.

    Ovviamente questo non è sempre possibile. Se è necessario connettersi a un determinato paese, spesso non è possibile cambiare il server. Ma, in questo caso è possibile connettersi al server più vicino possibile.

    Ad esempio, se ci si trova in Europa occidentale e si necessita di un server negli Stati Uniti, accertarsi che si trovi sulla costa orientale (come New York o Boston). Allo stesso modo, se ci si trova in Asia orientale e si necessita di un server negli Stati Uniti, accertarsi che sia sulla costa occidentale (come Seattle o San Francisco).

    Se si utilizza la VPN solo per motivi di sicurezza e non si desidera sbloccare contenuti all’estero, connettersi al server più vicino possibile. La scelta automatica della VPN è in genere la migliore.

    4Provare con lo Split Tunneling

    Lo Split Tunneling è una funzionalità offerta da molte VPN. Consente di scegliere quali applicazioni devono connettersi a Internet utilizzando la connessione VPN.

    Le velocità della VPN possono migliorare se un numero minore di applicazioni utilizza la connessione VPN. Soprattutto se si dispone di molte applicazioni a uso intensivo di larghezza di banda connesse a Internet.

    L’aspetto negativo è che non tutte le applicazioni utilizzeranno una connessione VPN crittografata.