Siamo indipendenti ma possiamo ricevere commissioni se acquisti una VPN tramite certi link.

Cos’è una VPN?

Simon Migliano

Simon Migliano è un esperto mondiale di VPN. Ha testato centinaia di VPN e le sue ricerche sono state citate da La Repubblica, il Corriere della Sera, La Stampa, e molti altri quotidiani italiani.

Verificato da JP Jones

Una rete privata virtuale (VPN) è un software che protegge la privacy, la sicurezza e la libertà su Internet degli utenti. Il software stabilisce un tunnel protetto tra il dispositivo e un server VPN remoto, creando una rete privata all’interno di una connessione Internet pubblica. In questa guida completa per principianti ti spiegheremo esattamente cosa sono le VPN, come funzionano, a cosa servono e come puoi usarne una in modo sicuro.

L’applicazione per macOS di ExpressVPN

Due esempi di VPN popolari, ExpressVPN e Private Internet Access.

Cos’è una VPN (Virtual Private Network)?

VPN è l’acronimo di Virtual Private Network, cioè “rete privata virtuale”. Si tratta di un software che crea una connessione sicura e crittografata tra il tuo dispositivo e un server VPN remoto. Questo impedisce a terzi di spiare la tua attività di navigazione e nasconde il tuo indirizzo IP pubblico ai siti web che visiti.

Di conseguenza, le VPN personali ti permettono di utilizzare il Wi-Fi pubblico gratuito in modo sicuro e di migliorare la tua privacy online.

Collegandoti a server VPN di paesi diversi, puoi anche sbloccare siti web e applicazioni con restrizioni geografiche. Questo ti permette di guardare i contenuti di Netflix da diverse aree geografiche del mondo e aiuta gli utenti di paesi altamente censurati ad accedere alle informazioni riservate.

In sintesi, il software VPN consente di ottenere tre vantaggi fondamentali quando ti connetti a internet: maggiore sicurezza, migliore privacy e maggiore libertà online.

I tre vantaggi principali dell’utilizzo di una VPN sono:

  1. Mascherare l’indirizzo IP per modificare/nascondere la propria posizione ai siti Web visitati.
  2. Crittografare il traffico Web per proteggere i trasferimenti di dati su reti Wi-Fi non sicure.
  3. Impedire al fornitore di servizi Internet e ad altre terze parti di monitorare le attività svolte su Internet.

Le VPN non sono disponibili solo per computer o laptop. È anche possibile installare un’applicazione VPN sullo smartphone e sul tablet. Le migliori VPN funzionano anche su Smart TV, console per i videogiochi e router.

In questa guida sulle reti private virtuali, spieghiamo in dettaglio cos’è una VPN, come funziona e perché è utile usarne una.

Descriveremo inoltre i vantaggi e gli svantaggi delle VPN, il loro costo e gli aspetti da considerare quando si sceglie una VPN sicura.

Cos’è una VPN: video di spiegazione

Per facilitare la comprensione delle nozioni di base del software VPN, abbiamo creato un breve video che spiega cos’è una VPN e come funziona:

Se non ci si sente ancora sicuri di come funziona una VPN dopo aver guardato il video, è consigliabile continuare a leggere questa guida o fare una domanda nella sezione dei commenti in fondo alla pagina.

In questo articolo abbiamo riassunto tutto ciò che dovresti sapere sulle VPN. Se vuoi approfondire un argomento in particolare, segui i link in ogni sezione per una spiegazione più dettagliata.

Come funziona una VPN?

Il software VPN stabilisce una connessione crittografata tra il tuo dispositivo e un server remoto. Una volta connessi, tutti i dati che lasciano il tuo dispositivo vengono instradati attraverso il tunnel crittografato verso il server VPN, prima di raggiungere la destinazione finale.

Questa connessione protetta è nota come tunnel VPN, una VPN utilizza una serie di protocolli VPN per trasferire i dati.

Come funziona una VPN

Le VPN creano un tunnel crittografato tra il dispositivo e un server remoto.

Crittografando i dati e trasferendoli attraverso un tunnel, la VPN impedisce ai fornitori di servizi Internet (ISP), alle autorità governative e agli hacker di spiare le attività dell’utente sul Web.

Una volta che raggiunge il server VPN, il traffico viene decrittografato e inviato al sito Web o all’app in uso. Questo ha l’effetto di nascondere l’indirizzo IP dell’utente perché la connessione viene inoltrata dalla posizione del server VPN e non dalla posizione dell’utente.

Per saperne di più su questo processo, leggi la nostra spiegazione completa su come funzionano le VPN.

Per cosa si usano le VPN?

Uomo che nasconde il suo indirizzo IP.

Una VPN di buona qualità ha molti scopi legati alla privacy, alla sicurezza, alla protezione, all’anonimato e alla libertà su Internet.

In primo luogo, una VPN aiuta a impedire ai fornitori di servizi Internet (ISP), ai governi e ai siti web di monitorare la tua attività di navigazione.

Crittografando i dati tra il tuo dispositivo e il server VPN, questi enti non saranno più in grado di registrare i siti web che visiti o i file che scarichi. La crittografia impedisce anche ai criminali di identificare e rubare le tue informazioni personali sulle reti Wi-Fi pubbliche.

Le VPN ti permettono anche di connetterti a server di paesi diversi, sostituendo temporaneamente il tuo indirizzo IP. In questo modo, puoi camuffare la tua posizione geografica e sbloccare i contenuti con restrizioni geografiche di tutto il mondo, tra cui decine di cataloghi di streaming. Ad esempio, se ti trovi in Italia puoi utilizzare una VPN per accedere ai servizi di streaming statunitensi, come Netflix USA.

Abbiamo collaborato con GlobalWebIndex per intervistare gli utenti di VPN di tutto il mondo e scoprire perché utilizzavano una VPN. I motivi più comuni per utilizzare una VPN sono:

  1. Proteggere la privacy sulle reti Wi-Fi pubbliche (51%)
  2. Navigare sul Web in modo anonimo (44%)
  3. Comunicare in modo più sicuro (37%)
  4. Accedere a siti soggetti a restrizioni per lo streaming, la condivisione dei file e il download di file torrent (23%)
  5. Accedere a contenuti di intrattenimento internazionali (22%)

Questi sono gli usi più diffusi, ma ci sono anche altri motivi per usare una VPN.

Cosa nasconde una VPN?

Una VPN nasconde il tuo indirizzo IP e l’attività online al tuo ISP, al governo e ai siti web che visiti. Per farlo, crittografa i tuoi dati e instrada il tuo traffico web attraverso un server VPN remoto.

Usando una VPN puoi nascondere:

  • Il tuo indirizzo IP pubblico
  • La tua posizione geografica
  • La tua attività di navigazione
  • Le tue informazioni personali
  • La tua attività di download di file torrent e P2P
  • Che stai usando una VPN

Tuttavia, la capacità di una VPN di nascondere i tuoi dati personali dipende da chi stai cercando di nasconderli. Diverse entità hanno diversi livelli di accesso alle tue informazioni.

Ad esempio, il tuo Internet Service Provider (ISP) assegna e amministra il tuo vero indirizzo IP, il che significa che non puoi nasconderlo a loro. Tuttavia, puoi nascondere la tua attività di navigazione al tuo ISP.

Allo stesso modo, i siti web che visiti saranno comunque in grado di vedere la tua attività di navigazione. Tuttavia, puoi nascondere loro il tuo vero indirizzo IP. Potranno vedere quello che fai, ma non chi sei.

Quali sono i diversi tipi di VPN?

Esistono quattro tipi principali di software VPN: VPN personali, VPN ad accesso remoto, VPN mobili e VPN da sito a sito.

Le VPN personali sono il tipo più comune di software VPN per gli utenti che la usano a casa, e sono anche il tipo di software VPN che recensiamo su Top10VPN.com.

Queste VPN utilizzano tecnologie come OpenVPN o WireGuard per creare connessioni crittografate verso server remoti, aiutando gli utenti a nascondere il proprio indirizzo IP e a eludere la censura o le restrizioni geografiche.

Quando in questo articolo descriviamo le caratteristiche delle VPN, ci riferiamo esclusivamente alle VPN personali.

Le VPN ad accesso remoto vengono invece solitamente usate dai dipendenti per accedere ai file della propria azienda quando viaggiano o lavorano da casa. In assenza di una connessione Internet stabile, è possibile utilizzare una VPN mobile.

Infine, le VPN da sito a sito sono più comunemente utilizzate quando sono presenti più aziende che cercano di connettersi contemporaneamente a un’unica rete.

VPN mobili

Le applicazioni VPN sono disponibili su desktop, smartphone e molti altri dispositivi. Quando si utilizza una VPN sul proprio dispositivo mobile, si parla di “VPN mobile“.

Le VPN mobili funzionano sia su rete Wi-Fi che su rete dati cellulare (ad esempio 4G e 5G), ma è necessario disporre di una connessione a Internet per la connessione al servizio.

In altre parole, non è possibile utilizzare una VPN senza Internet.

Una volta stabilita la connessione a un server VPN, tutte le attività su Internet del telefono vengono crittografate e instradate attraverso il server VPN. Anche l’indirizzo IP cambia.

Due cose di cui tenere conto con le VPN mobili sono:

  1. Le VPN proteggono solo i dati inviati tramite Internet. Le chiamate vocali standard e i messaggi di testo SMS non sono crittografati. Usa i servizi di chiamata e messaggistica basati su Wi-Fi, come WhatsApp o iMessage, per proteggere le tue comunicazioni.
  2. Le VPN mobili utilizzano i dati. I report che affermano che una rete VPN mobile aggira il limite di dati del contratto telefonico sono errati. La nostra ricerca sull’uso dei dati delle VPN dimostra che una VPN utilizza dal 4 al 20% di dati in più rispetto a quando non si utilizza una VPN, quindi si raggiungerà il limite di dati prima.

Come configurare e utilizzare una VPN

Configurare una VPN è semplice e non richiede più di 10 minuti. L’unico requisito è che tu abbia un dispositivo compatibile. Puoi facilmente scaricare un’applicazione VPN su Windows, Mac, iPhone, Android e Fire TV.

Sommario: Come configurare e utilizzare una VPN

  1. Scegli una VPN: Il nostro consiglio è ExpressVPN, grazie alla sua interfaccia facile da usare e alle eccellenti prestazioni in termini di velocità.
  2. Registrati a una VPN: Seleziona un piano di pagamento dal sito web della VPN. Scegli un abbonamento a lungo termine per ottenere il prezzo migliore.
  3. Scarica l’applicazione VPN: Su PC, fai clic sul link per il download dal sito web della VPN. Sui dispositivi mobili, installala attraverso l’App Store.
  4. Controlla le impostazioni della VPN: Assicurati che il Kill Switch sia abilitato e che sia selezionato un protocollo sicuro, come WireGuard.
  5. Inizia a utilizzare l’applicazione VPN: Premi il grande pulsante “Connect” per connetterti automaticamente al server più veloce.

Nel video qui sotto ti mostriamo come configurare e utilizzare una VPN dall’inizio alla fine. Abbiamo utilizzato ExpressVPN su macOS come esempio, ma il processo è quasi identico per altre VPN e piattaforme.

Nel resto di questa sezione ti mostreremo esattamente come iscriverti a una VPN e cosa fare per ottenere il prezzo più conveniente. Ti mostreremo anche come personalizzare le impostazioni dell’app per ottenere le migliori prestazioni e ti spiegheremo come connetterti e cambiare la posizione del server.

1. Scegli una VPN

Abbiamo testato e confrontato 65 VPN, ognuna con le sue caratteristiche e i suoi prezzi. La nostra scelta con la valutazione più alta è ExpressVPN grazie alla sua velocità e al suo software facile da usare. Tuttavia, la VPN giusta per te dipenderà in ultima analisi dalle tue esigenze personali e da ciò che puoi permetterti.

Utilizza solo una VPN che non registra i dati identificativi dell’utente e che crittografa in modo sicuro il traffico web. In particolare, dovresti sceglierne una che abbia sede in una giurisdizione rispettosa della privacy e che utilizzi protocolli e crittografia sicura, come WireGuard e AES-256. Di seguito spieghiamo questi concetti in modo più dettagliato.

Se utilizzi una VPN per aggirare i blocchi geografici dei siti web di streaming, scegline una che abbia velocità elevate sui server internazionali in modo da poter trasmettere sempre in HD. Per nascondere l’attività di download di file torrent al tuo ISP, assicurati di scegliere una VPN con un Kill Switch che impedisca i leak dell’indirizzo IP.

Anche se potrebbe essere allettante, non ti consigliamo di optare per una VPN gratuita a meno che tu non la usi solo per un breve periodo. La maggior parte delle VPN gratuite sono lente, non sicure e non funzionano con i siti di streaming. Alcune vendono anche i dati delle tue attività agli inserzionisti.

2. Registrati e paga per un abbonamento VPN

La maggior parte delle VPN offrono prezzi diversi a seconda che si paghi mensilmente o in anticipo per un abbonamento a lungo termine. Per ottenere gli sconti migliori, consigliamo di sottoscrivere il piano più lungo che puoi permetterti. Ad esempio, se ti abboni al piano biennale di PIA risparmierai oltre l’80% rispetto all’opzione mensile.

Per iscriverti, basta andare sul sito web della VPN scelta e cliccare sul pulsante Get (Ottieni) nella pagina iniziale. Quindi, crea un account e scegli il piano di abbonamento.

Puoi pagare con i metodi di pagamento più diffusi, tra cui carte di credito e PayPal. Ma ti consigliamo di utilizzare contanti o criptovalute, se possibile. Questi metodi sono anonimi perché non richiedono alcuna informazione personale.

VPN Payment Methods

È possibile abbonarsi a una VPN utilizzando una serie di metodi di pagamento diversi.

In alternativa, puoi registrarti alla VPN attraverso l’App Store del tuo dispositivo mobile. Alcune VPN premium, come IPVanish, offrono anche prove gratuite esclusive quando ti iscrivi in questo modo.

3. Scarica l’app della VPN

Per installare l’applicazione VPN su Windows, Mac e Linux, è sufficiente scaricarla dal sito web della VPN. Potrebbe essere necessario accedere al proprio account e navigare verso una pagina dedicata ai download.

Su iPhone, Android e Fire TV, cerca il nome della VPN nell’App Store del tuo dispositivo. Quindi, scaricala come qualsiasi altra applicazione. Su Android, evita di scaricare la versione APK dell’app da un sito web di terze parti, perché non viene scansionata per verificare la presenza di virus e malware.

VPN Device Compatbility

La maggior parte delle VPN offre applicazioni native per Windows, macOS, Android e iOS.

Per utilizzare la VPN su dispositivi che non supportano le app VPN, come Roku, è necessario installare la VPN sul router. Tuttavia, il router fornito dall’ISP non funzionerà, quindi è necessario acquistarne uno compatibile. Anche il processo di configurazione è complicato, quindi assicurati di seguire le istruzioni passo-passo sulla pagina di supporto della VPN.

Puoi consultare i nostri articoli sulla configurazione della VPN per consigli più dettagliati su come configurare una VPN su diversi dispositivi.

4. Controlla le impostazioni della VPN

Prima di utilizzare la VPN, assicurati che sia regolata per ottenere le migliori prestazioni. Puoi effettuare le modifiche nelle impostazioni dell’app, in genere cliccando su un ingranaggio o su tre linee orizzontali.

Ecco una rapida lista di controllo degli elementi da configurare nell’app VPN:

  • Attiva il Kill Switch per prevenire leak di indirizzi IP in caso di caduta della connessione. Questa operazione è essenziale se si vuole nascondere l’attività al proprio ISP, come nel caso dello streaming di Kodi.
  • Usa OpenVPN, WireGuard o il protocollo proprietario della VPN per ottenere le migliori prestazioni in termini di velocità. Questo è particolarmente importante se si utilizza la VPN per attività ad alta intensità di dati, come lo streaming.
  • Seleziona la crittografia AES-256 o ChaCha20rs per proteggere il traffico web. Una crittografia forte è essenziale se si vuole rimanere al sicuro sul Wi-Fi pubblico.

5. Inizia a usare l’app della VPN

Per iniziare subito a utilizzare la VPN, connettiti a un server utilizzando la funzione “Quick Connect” dell’app o una funzione simile. In questo modo ti connetterai automaticamente al server più veloce in base alla tua posizione e alla tua rete.

ExpressVPN's Windows and Mac app side-by-side

Per iniziare a utilizzare la VPN, è sufficiente selezionare un server VPN e fare clic su “Connetti”.

Per aggirare i blocchi geografici, dovrai ottenere un indirizzo IP di un altro paese. Digita il nome del paese nella casella di ricerca o cercalo nell’elenco delle posizioni. Quindi, tocca l’icona della bandiera per connetterti al server.

Per disconnetterti dalla VPN, premi il simbolo On nella schermata iniziale dell’applicazione. Se dovessi riscontrare degli errori nel software, contatta il team di assistenza clienti della tua VPN. Potranno verificare se c’è un problema con la tua connessione internet o risolvere eventuali problemi con la VPN.

Le VPN sono sicure?

Risoluzione dei problemi di leak dei server

Con il furto di dati, la sorveglianza di massa e la censura di Internet in aumento a livello globale, una rete privata virtuale è diventata uno strumento di cybersicurezza molto importante.

Ma è sempre sicuro usare una VPN? Sintetizzando la risposta è no.

Anche se esistono molte VPN legittime e sicure, esiste anche un gran numero di prodotti VPN pericolosi da evitare.

Il download di una VPN non sicura pone gli utenti a rischio di malware, hacking, furti di identità, azioni legali e altro ancora.

Solitamente la colpa di tutto questo è collegato all’uso delle VPN gratuite. La nostra ricerca sulla sicurezza delle VPN gratuite ha esposto pericolose applicazioni di VPN gratuite che rubano i dati personali degli utenti e vendono le loro attività su Internet.

Perfino le VPN a pagamento possono non essere sicure da utilizzare, se non si conoscono alcuni concetti importanti:

Politica sui log delle VPN: se la VPN tiene traccia dell’indirizzo IP di origine quando ci si connette ai server e ai siti Web visitati, questo comportamento diventa una minaccia per la privacy. Le informazioni potrebbero trapelare o le autorità preposte potrebbero costringere l’azienda che offre la VPN a consegnarle. Per la massima sicurezza, è necessario controllare la politica sui log della VPN e utilizzare una VPN no log verificata.

Leak della VPN: lo scopo di una VPN è nascondere l’indirizzo IP degli utenti e mantenere la loro attività Internet privata e sicura. Una VPN che fa trapelare il tuo IP e le credenziali DNS non sta facendo il suo lavoro e non dovresti usarla. Puoi usare il nostro strumento per il test dei leak delle VPN per verificare se il servizio subisce dei leak e il nostro strumento Kill Switch per verificare che il tuo indirizzo IP reale non venga esposto in seguito a una disconnessione della VPN. Puoi anche testare direttamente i tuoi server DNS.

Leggi sulle VPN: le VPN sono legali nella maggior parte dei paesi. Tuttavia, in alcuni paesi, tra cui Cina, Turchia e Russia, l’uso di una VPN è illegale o soggetto a forti limitazioni.

Giurisdizioni delle VPN: paesi diversi hanno normative diverse in materia di privacy dei dati dei propri cittadini. Ad esempio, i governi che fanno parte dell’alleanza dei cinque occhi impongono leggi rigorose sulla conservazione dei dati e obbligano regolarmente le aziende a consegnare le registrazioni delle attività Web dei propri utenti. L’opzione più sicura è utilizzare una VPN con sede in una giurisdizione rispettosa della privacy.

Posizioni dei server virtuali: la posizione del server VPN a cui ci si connette può essere importante per la privacy e la sicurezza. Molte VPN utilizzano posizioni dei server virtuali, dove l’indirizzo IP pubblicizzato non corrisponde alla posizione fisica del server. Questo approccio viene spesso utilizzato per assegnare alla VPN indirizzi IP di paesi in cui l’installazione di server VPN fisici è problematico.

Quanto costano le VPN?

Una VPN premium sicura costa in media 4,39 € al mese con un abbonamento annuale o pluriennale. Tuttavia, il prezzo medio di una VPN aumenta fino a 10,49 € se si paga su base mensile.

Il prezzo di una VPN dipende da una serie di fattori, tra cui:

  • VPN scelta
  • Durata del piano di abbonamento
  • Numero di dispositivi coperti
  • Numero di server
  • Supporto dello streaming (Netflix)
  • Funzionalità aggiuntive

In genere è necessario pagare l’intero abbonamento alla VPN in anticipo.

Surfshark è una delle migliori VPN economiche che abbiamo recensito.

Surfshark è una delle migliori VPN economiche che abbiamo recensito.

Un prezzo più alto non indica comunque necessariamente migliore qualità. È consigliabile fare delle ricerche per trovare la VPN migliore per le proprie esigenze (ad esempio, streaming, download di file torrent, navigazione privata e così via) a un prezzo adatto al proprio budget.

Ci sono degli svantaggi nell’uso delle VPN?

Gli svantaggi principali dell’uso di una VPN derivano dal non comprenderne le limitazioni.

Una VPN non è una soluzione completa per tutti i problemi di privacy e sicurezza online.

Di seguito è riportato un elenco riassuntivo dei principali svantaggi e limitazioni delle VPN:

  • Una VPN non rende gli utenti completamente anonimi.
  • Una VPN sicura e di alto livello costa.
  • Le VPN rallentano quasi sempre la velocità di Internet.
  • L’utilizzo di una VPN su dispositivi mobili aumenta il consumo dei dati.
  • Alcuni servizi online tentano di vietare ai clienti l’uso di VPN.
  • La maggior parte delle VPN non protegge da attacchi di malware o phishing.
  • Molte VPN non sono in grado di aggirare i rigidi blocchi del Web nelle nazioni con una forte censura.

Consigliamo sempre di utilizzare una VPN insieme a un software antivirus e a un gestore delle password per migliorare la sicurezza.

Vale la pena usare una VPN?

L’utilizzo di una VPN ha chiaramente dei limiti, il che significa che non sempre vale la pena investire in un abbonamento premium.

Sebbene il software VPN possa essere essenziale in alcune circostanze, non ti proteggerà da tutto. Ad esempio, una VPN non può prevenire le violazioni dei dati, i tracker online o malware e, nella maggior parte dei casi, non può accelerare la tua connessione internet.

Se stai cercando uno strumento che ti aiuti a risolvere questi problemi, allora l’uso di una VPN potrebbe non essere l’opzione giusta per te.

Tuttavia, se vuoi guardare in streaming contenuti con restrizioni geografiche, nascondere il tuo indirizzo IP o crittografare il tuo traffico web, allora una buona VPN può essere un valido investimento.

Anche se da sola non è in grado di garantire l’anonimato completo, per la maggior parte delle persone una VPN di alta qualità è utile come parte di un kit più ampio di software per la privacy e la sicurezza.

Per aiutarti a capire se vale davvero la pena acquistare una VPN, puoi leggere la nostra opinione completa e onesta sul fatto che una VPN valga la pena o no.

Qual è la migliore VPN?

Dal 2016 abbiamo testato e recensito molte applicazioni VPN e attualmente la migliore VPN è ExpressVPN.

Ogni volta che testiamo e recensiamo ExpressVPN verifichiamo che è ancora molto veloce, sicura e funziona bene per lo streaming, il download di file torrent e i videogiochi.

La pura verità, tuttavia, è che non esiste una VPN “migliore” in tutti i sensi.

Anche se ExpressVPN è la nostra VPN con la valutazione più alta, potrebbe non essere la VPN giusta per te. Questo dipende solo dal motivo per cui vuoi utilizzare la VPN. Ad esempio:

  • Vuoi vedere in streaming cataloghi Netflix stranieri?
  • Vuoi rimanere al sicuro sulle reti Wi-Fi pubbliche?
  • Su quale dispositivo utilizzerai la VPN?