Qual è il mio server DNS?

Il nostro strumento verifica e mostra i server DNS utilizzati dal tuo dispositivo. Rivela inoltre la località (il paese) e il proprietario (il provider internet) del server DNS che elabora le tue richieste.

Lo strumento (sopra riportato) esegue questa operazione analizzando in che modo vengono elaborate le richieste DNS su Internet.

Se si sono modificate le impostazioni DNS del dispositivo o del router per utilizzare un server DNS specifico, ad esempio un server Google (8.8.8.8) o Cloudflare (1.1.1.1), è possibile che venga visualizzato un indirizzo DNS leggermente diverso.

Questo accade perché quando si utilizza un server DNS di un’organizzazione (ad esempio 8.8.8.8), il server invia le richieste ad altri server (con indirizzi IP diversi) della rete aziendale, per evitare la congestione del server.

CONSIGLIO DEGLI ESPERTI: modifica o nascondi le credenziali del server DNS utilizzando una VPN di alto livello come ExpressVPN. Prova ExpressVPN senza rischi per 30 giorni.

Cos’è un server DNS?

DNS è l’acronimo di Domain Name System e si può paragonare a un elenco telefonico di Internet.

Un server DNS è un server per computer che contiene un elenco di nomi di dominio completi (FQDN) e gli indirizzi IP pubblici che corrispondono a tali domini.

Un nome di dominio completo è costituito da un nome host, un nome di dominio e un dominio di primo livello (TLD) con il formato hostname.domain.tld e viene utilizzato come un modo semplice per individuare su Internet i dispositivi/computer con cui comunicare.

I server DNS convertono i nomi di dominio negli indirizzi IP corrispondenti, consentendo di visualizzare il contenuto Web a cui si desidera accedere. Spieghiamo questo processo nella sezione successiva.

I server DNS come risolvono le query DNS?

Quando si visita un URL (indirizzo di un sito Web) con un browser, il dispositivo invia una query DNS ai resolver DNS di cui è a conoscenza grazie alle impostazioni di rete del dispositivo e il resolver DNS risponde con gli indirizzi IP di Internet del sito Web.

Quando riceve una query di questo tipo, il resolver DNS comunica con diversi tipi di server di una catena per scoprire quale server DNS contiene le informazioni per rispondere alla query.

  1. Innanzitutto, il resolver comunica con un server DNS radice, per individuare quali server contengono informazioni per la parte del dominio di primo livello (TLD) della query DNS, ad esempio .com o .net. La risposta è 1 o più indirizzi IP per i server TLD.
  2. Il resolver DNS comunica quindi con un server di tale elenco, passando il nome di dominio e il TLD al server e ottiene in risposta 1 o più indirizzi IP per i server dei nomi autorevoli per il nome di dominio e il TLD.
  3. Infine, il resolver comunica con questi server dei nomi autorevoli, eseguendo una query relativa al nome di dominio completo e riceve 1 o più indirizzi IP che sono i server che ospitano il contenuto richiesto.

Queste informazioni vengono quindi restituite al browser in esecuzione sul computer.

Una volta che il browser conosce l’indirizzo IP di un sito Web, comunica con il server che corrisponde all’indirizzo IP e visualizza il contenuto Web ricevuto disponibile sull’URL.

Nonostante il numero di passaggi necessari, il processo di risoluzione di una query DNS e di visualizzazione del contenuto di un sito Web avviene molto rapidamente.

Perché devo controllare con frequenza regolare il mio server DNS?

Per rimanere al sicuro su Internet, è necessario verificare che le richieste DNS del computer siano soddisfatte da un server affidabile.

La connessione a un server DNS inaffidabile comporta gravi rischi per la sicurezza, come il furto di identità e le infezioni da malware.

Se si utilizza inconsapevolmente un server DNS gestito da un hacker, questo potrebbe reindirizzare il browser verso siti Web falsi e pericolosi.

Purtroppo, il malware creato dai criminali informatici può dirottare le richieste DNS del computer e farle elaborare da server non autorizzati. Questi attacchi sono comunemente noti come attacchi DNS.

Per verificare che le richieste DNS vengano soddisfatte da un server DNS attendibile, è utile eseguire un controllo del server DNS con il nostro strumento prima di visitare e/o accedere a un sito Web.

Il nostro strumento di controllo del server DNS non cerca semplicemente le impostazioni del dispositivo o del router. Utilizza anche una tecnologia avanzata per determinare i server DNS in uso.

Come si cambia il server DNS?

Il fornitore di servizi Internet (ISP) in genere impone il server DNS da utilizzare.

Tuttavia, esistono tre modalità principali per modificare il server DNS utilizzato dal dispositivo:

  1. Utilizzare una rete privata virtuale (VPN) per connettersi al server DNS della VPN. Le migliori VPN non sono mai soggette a leak del DNS
  2. Configurare il server DNS nelle Impostazioni di rete del sistema operativo.
  3. In alternativa, modificare le impostazioni DNS sul router di casa o dell’ufficio. In questo modo si modificano le impostazioni DNS di tutti i dispositivi connessi a tale router.

Le query DNS sono fondamentali oggi per il funzionamento di Internet. Tuttavia, come per qualsiasi invio di dati a terzi, le query DNS possono essere registrate e memorizzate dai server DNS. Questo può lasciare una traccia della propria attività su Internet, con conseguenti vulnerabilità a un uso improprio.

Se si desidera nascondere l’attività DNS dei dispositivi ed evitare che venga registrata, l’utilizzo del software VPN è di gran lunga il metodo migliore.

Server DNS gratuiti, sicuri e pubblici

Se si desidera che i dispositivi utilizzino server DNS più veloci, ecco alcuni dei migliori server DNS gratuiti disponibili al pubblico:

DNS primarioDNS secondario
8.8.8.88.8.4.4
2001:4860:4860::88882001:4860:4860::8844
9.9.9.9149.112.112.112
2620:fe::fe2620:fe::9
208.67.222.222208.67.220.220
2620:119:35::352620:119:53::53
1.1.1.11.0.0.1
2606:4700:4700::11112606:4700:4700::1001

L’utilizzo di uno dei server DNS sopra riportati potrebbe migliorare i tempi di ricerca DNS e aumentare quindi la velocità di navigazione sul Web.

Come scoprire qual è il proprio server DNS su Windows e Mac

Il modo più rapido per trovare l’indirizzo IP del server DNS sul PC o sul dispositivo Mac è:

  • In Windows, utilizzare Prompt dei comandi
  • In macOS utilizzare Terminale

Verrà utilizzata un’utilità standard che richiede un nome di dominio come input e crea una query DNS per risolvere tale nome di dominio in un indirizzo IP.

Ecco come si scopre qual è il proprio server DNS su Windows e Mac step-by-step:

  1. In Windows aprire Prompt dei comandi facendo clic su “Start”, digitando cmd e premendo pressing “Invio”. Su Mac aprire Terminale premendo il tasto Comando + Barra spaziatrice, digitando terminale e premendo “Invio”.
  2. Digitare: nslookup google.com e premere Invio.
  3. Il risultato somiglierà al seguente:
    Server: dns.google
    Address: 8.8.8.8Risposta da un server non autorevole:
    Nome: google.com
    Addresses: 2a00:1450:4009:815::200e
    142.250.178.14
  4. La riga che inizia per “Address” contiene il server DNS. Nell’esempio di prima è 8.8.8.8.

È opportuno tenere presente che in molte configurazioni di rete domestica è probabile che venga visualizzato un indirizzo IP che inizia con 192.168.X.X o 10.X.X.X. Questo sarà l’indirizzo IP del router sulla rete locale.

L’indirizzo IP del router potrebbe differire dai risultati del test DNS del nostro strumento, che riportano l’indirizzo IP pubblico dei server DNS che hanno contattato la nostra piattaforma di test.

In questo caso significa che il server DNS del router ha contattato uno o più server DNS upstream, inoltrando la richiesta. Il nostro strumento visualizza le credenziali di questo server upstream.

Qual è l’indirizzo del server DNS del router?

I modi disponibili per individuare l’indirizzo IP del server DNS utilizzato dal router sono diversi. La maggior parte dei metodi dipende dal sistema operativo del dispositivo.

Tuttavia, esiste una tecnica che è di gran lunga la più semplice per tutti gli utenti e che funziona per tutti i dispositivi.

Il metodo migliore per controllare l’indirizzo del server DNS del router è visualizzare la pagina di configurazione del router. Questa è anche nota come pagina Webgui Status.

Eseguire le tre operazioni riportate di seguito per verificare l’indirizzo del server DNS utilizzato dal router:

  1. Avviare il browser Web e digitare l’indirizzo IP del router (noto anche come gateway predefinito) nella barra degli indirizzi. Spesso, l’indirizzo IP del router è 192.168.1.1. In caso contrario, consultare questa utile guida all’indirizzo IP del router.
  2. Dopo aver effettuato l’accesso alla pagina di configurazione del router, immettere il nome utente e la password del router.
  3. Fare clic su “Status” (Stato) per visualizzare l’indirizzo DNS attualmente in uso.