Informativa: Siamo una pubblicazione indipendente. Guadagniamo commissioni se acquisti una VPN tramite certi link sul nostro sito.

Cosa è possibile fare con una VPN?

Simon Migliano

Simon Migliano è un esperto mondiale di VPN. Ha testato centinaia di VPN e le sue ricerche sono state citate da La Repubblica, il Corriere della Sera, La Stampa, e molti altri quotidiani italiani.

Verificato da Callum Tennent

Le reti private virtuali (VPN) nascondono l’indirizzo IP degli utenti e ne crittografano il traffico Web. Sono usate principalmente per proteggere la privacy online, navigare in modo sicuro sulle reti Wi-Fi pubbliche e accedere a contenuti video con restrizioni geografiche.

per cosa sono utilizzate le VPN

Gli utenti di tutto il mondo usano le reti private virtuali (VPN) per una serie di motivi e finalità.

Quasi un terzo degli utenti di Internet in tutto il mondo usa una VPN per proteggere la propria attività su Internet, il che include navigazione sul Web, download di file torrent e shopping online.

In base alle nostre ricerche sull’uso delle VPN, più del 50% di tutti gli utenti delle VPN usa una VPN per proteggere i trasferimenti dei propri dati personali sulle reti Wi-Fi pubbliche.

Molti utenti vogliono navigare sul Web in modo anonimo e almeno un terzo utilizza una VPN per accedere a contenuti video e siti Web bloccati nelle relative regioni.

In questa guida, ti spiegheremo esattamente cosa fanno le VPN e perché gli utenti le usano.

Nel grafico riportato di seguito sono illustrati i motivi più comuni indicati dagli utenti per l’uso di una VPN:

I motivi per utilizzare una VPN

Dati del Global VPN Usage Report 2020.

Le statistiche riportate sopra sono relative all’uso di VPN personali. Va comunque notato che sono disponibili diversi tipi di VPN, incluse quelle ad accesso remoto e quelle aziendali.

Cosa è possibile fare con una VPN?

Una VPN svolge due funzioni principali: nascondere l’indirizzo IP e crittografare i dati della navigazione sul Web degli utenti.

Queste due funzioni possono aprire un mondo di possibilità per migliorare la privacy, la sicurezza e la libertà su Internet.

Se vuoi conoscere gli aspetti tecnici dei software delle VPN, puoi leggere la nostra spiegazione di come funziona una VPN.

Breve riassunto: otto usi comuni delle VPN

  1. Salvaguardare la privacy online. Una VPN blocca il monitoraggio di ISP, autorità e siti Web. Ulteriori informazioni.
  2. Sbloccare contenuto di streaming “nascosto”. Utilizzare una VPN per mascherare la propria posizione e accedere a contenuti di streaming di altri paesi. Ulteriori informazioni.
  3. Garantire la propria sicurezza sulle reti Wi-Fi pubbliche. La crittografia della VPN impedisce agli hacker di accedere e rubare le informazioni personali sulle reti Wi-Fi pubbliche. Ulteriori informazioni.
  4. Aggirare la censura governativa. Utilizzare una VPN per sbloccare i siti Web e accedere a Internet gratuito in paesi con elevata limitazione delle libertà personali, come la Cina. Ulteriori informazioni.
  5. Scaricare file torrent in modo sicuro. Proteggere la propria attività e nascondere la propria identità durante il download e l’upload di file Torrent. Ulteriori informazioni.
  6. Evitare la limitazione della larghezza di banda. Utilizzare una VPN per impedire al fornitore di servizi Internet di rallentare deliberatamente la connessione Internet. Ulteriori informazioni.
  7. Risparmiare denaro durante lo shopping online. È possibile accedere a prezzi regionali più economici sui siti di e-commerce, di agenzie di viaggio e delle compagnie aeree. Ulteriori informazioni.
  8. Connettersi in modo sicuro all’ufficio. Utilizzare una VPN aziendale per creare una connessione remota e sicura alla rete interna dell’ufficio. Ulteriori informazioni.

Di seguito è riportato un elenco dettagliato delle attività che è possibile eseguire con una VPN:

1. Proteggere la propria privacy online

Senza una VPN, il fornitore di servizi Internet (ISP) è in grado di vedere tutti i siti Web visitati e quasi certamente registrerà tali informazioni.

In alcuni paesi, gli ISP sono tenuti per legge a raccogliere e memorizzare i dati di navigazione degli utenti per lunghi periodi di tempo.

Le agenzie governative possono quindi accedere a queste informazioni quando desiderano. Questo è quanto succede negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Australia e in gran parte dell’Europa.

Spesso, questi paesi partecipano anche ad accordi internazionali come l’Alleanza dei cinque occhi, progettati per raccogliere dati di sorveglianza di massa e condividerli tra i paesi membri.

Paesi membri dell'Alleanza dei cinque occhi.

Quando si utilizza una VPN, il traffico Web viene crittografato durante il trasferimento dal dispositivo a un server privato. Questo rende molto più difficile per i siti Web, i governi e gli ISP spiare l’attività online degli utenti.

Anche se qualcuno riesce a mettere le mani sui dati di navigazione, le informazioni raccolte saranno quasi impossibili da decodificare.

Una VPN modifica inoltre l’indirizzo IP e lo sostituisce con un indirizzo IP appartenente al server VPN.

Questo significa che i siti Web visitati vedranno l’indirizzo IP del server VPN e quindi troveranno molto più difficile identificare l’utente. Impedisce inoltre altre cose potenzialmente pericolose che gli hacker potrebbero fare con l’indirizzo IP reale.

RIEPILOGO: una buona VPN nasconde l’indirizzo IP e lo sostituisce con uno anonimo, il che rende molto più difficile l’identificazione da parte dei siti Web.

Una VPN inoltre crittografa i dati di navigazione, il che significa che il fornitore di servizi Internet (ISP) non è in grado di visualizzare i siti Web visitati.

2. Eseguire lo streaming di contenuti da altri paesi

Servizi di streaming come Netflix e Amazon Prime Video offrono cataloghi di contenuti diversi a seconda della posizione degli utenti.

In altre parole, i film e i programmi TV che è possibile guardare dipendono dal paese da cui ci si connette.

È qui che entra in gioco una VPN.

I siti Web di streaming utilizzano l’indirizzo IP per determinare la posizione fisica dell’utente. Una VPN maschera l’indirizzo IP personale e lo sostituisce con un indirizzo IP del paese selezionato.

Pertanto, è possibile “ingannare” i siti Web di streaming per ottenere l’accesso a migliaia di serie TV che sono bloccate nel proprio paese.

Alcune VPN dispongono anche di server dedicati per ciascuna piattaforma di streaming.

Guardare Netflix USA dall’estero

Se ci si connette a un server VPN negli Stati Uniti, ad esempio, sarà possibile accedere al catalogo Netflix degli Stati Uniti, che contiene molti più film e serie TV di qualsiasi altro paese.

Trovare una VPN che sblocchi molte piattaforme di streaming può essere difficile. Per fortuna, il nostro elenco delle migliori VPN per lo streaming è un ottimo punto di partenza per trovare le VPN che aggirano facilmente le restrizioni geografiche dello streaming.

RIEPILOGO: è possibile utilizzare una VPN per nascondere il proprio indirizzo IP pubblico e sostituirlo con un indirizzo IP di un paese di propria scelta. Questo significa che è possibile utilizzare una VPN per aggirare le restrizioni geografiche e sbloccare i contenuti di streaming “nascosti” su siti Web come Netflix, Amazon Prime Video e BBC iPlayer.

3. Garantire la propria sicurezza sulle reti Wi-Fi pubbliche

Sfruttare le reti Wi-Fi pubbliche per raccogliere dati è semplice e incredibilmente economico. I criminali possono approfittare delle reti aperte e non crittografate per rubare dati importanti come dati bancari, carte di credito, foto e altre informazioni personali.

Quando si utilizza la connessione Wi-Fi pubblica in un bar, hotel o aeroporto, si mettono a rischio i propri dati personali sensibili.

Gli hacker stanno sempre più prendendo di mira hotel e centri commerciali alla ricerca di obiettivi ad alto valore. Ciò è reso più facile da apparecchiature poco costose che consentono a quasi chiunque di approfittare delle reti di Wi-Fi pubbliche per meno di 99 $.

Una VPN può essere utilizzata per proteggersi da questo tipo di minaccia. Crittograferà il traffico Internet e renderà quasi impossibile per gli hacker comprendere e sfruttare i dati raccolti.

Per questo motivo, una VPN è uno strumento prezioso se si viaggia spesso e si utilizzano regolarmente reti Wi-Fi aperte.

Anche le reti non protette a casa rappresentano un rischio. Man mano che il lavoro remoto diventa più comune, i criminali stanno rivolgendo la loro attenzione verso le vulnerabili reti domestiche, una pratica nota come Wardriving.

Se si è preoccupati per la propria sicurezza sulle reti pubbliche, è possibile leggere la nostra guida su come garantire la propria sicurezza sulle reti Wi-Fi pubbliche.

RIEPILOGO: le VPN crittografano tutto il traffico in uscita dal dispositivo. Questo significa che è possibile utilizzare una VPN per proteggere i dati riservati se connessi a reti Wi-Fi non protette. Se un hacker intercetta la connessione, vedrà solo stringhe di lettere e numeri incomprensibili.

4. Sbloccare siti Web ed evitare la censura governativa

I governi autoritari di tutto il mondo bloccano alcuni siti Web al fine di limitare l’accesso dei loro cittadini alle informazioni.

La nostra ultima ricerca dimostra che questo tipo di “arresto intenzionale di Internet” è costata all’economia mondiale fino a 4 miliardi di dollari solo nel 2020.

La Cina, ad esempio, utilizza il suo famigerato “Great Firewall” per impedire alle persone di accedere a siti Web popolari come Google, Facebook e YouTube.

Durante periodi di agitazione politica, anche altri paesi come Algeria, India e Ciad hanno bloccato l’accesso ai social media e alle applicazioni di messaggistica come WhatsApp e Twitter.

I cittadini (e i turisti) dei paesi colpiti dalla censura di Internet possono utilizzare una VPN per aggirare i blocchi dei siti Web e accedere all’Internet globale.

Questo perché una VPN crittografa il traffico e maschera l’indirizzo IP, nascondendo identità e attività ai censori di Internet.

Alcune VPN offrono anche una tecnologia di offuscamento che aiuta a eludere sistemi di censura più sofisticati. L’offuscamento nasconde il traffico VPN, rendendolo simile ai normali dati di navigazione.

Se si è interessati alle VPN in grado di aggirare efficacemente la censura, è possibile leggere il nostro elenco delle migliori VPN per categoria.

Per giornalisti, attivisti e informatori, le VPN sono una risorsa vitale per parlare in modo sicuro contro i governi che limitano la libertà di parola e di stampa.

Per le persone che vivono quotidianamente sotto censura, le VPN possono anche essere un modo essenziale per accedere a informazioni e servizi che sarebbero altrimenti bloccati.

RIEPILOGO: alcuni governi monitorano l’uso di Internet e bloccano l’accesso a determinati siti Web. Una VPN crittografa la connessione e modifica mascherandolo l’indirizzo IP, consentendo di sbloccare i siti Web e accedere a Internet globale senza essere rilevati dai censori governativi.

5. Scaricare file torrent in modo sicuro

Scaricare file torrent con software come uTorrent o BitTorrent può essere rischioso. Il proprio indirizzo IP è visibile ad altri Peer connessi, e l’ISP può vedere tutti i file di sui si sta eseguendo il seeding e il download.

Senza una VPN, il tuo indirizzo IP, e quindi la tua identità, è visibile ad altri utenti, proprietari di contenuti e troll di copyright. Inoltre l’ISP può identificare le attività e collaborare con le autorità per l’emissione di avvisi legali in caso di violazione del copyright.

Nella maggior parte dei paesi, gli utenti che scaricano materiale protetto da copyright possono dover affrontare multe o persino la prigione.

Anche potenti società di media monitorano il traffico P2P per raccogliere gli indirizzi IP di chi scarica file torrent. Pagano studi legali denominati “troll di copyright” per trovare e perseguire tutti gli utenti che riescono a trovare.

Non giustifichiamo il download di materiale protetto da copyright, ma se si scaricano file torrent legali, una VPN è fondamentale per crittografare la propria attività P2P e tenerla al sicuro da occhi indiscreti.

Tuttavia, alcune VPN sono personalizzate per il download di file torrent più di altri: qui è possibile trovare un elenco aggiornato di VPN per il download di file torrent.

RIEPILOGO: le VPN proteggono l’identità e l’attività degli utenti durante il download di file torrent crittografando il traffico P2P e mascherando l’indirizzo IP pubblico. In questo modo impediscono al fornitore di servizi Internet (ISP), ai titolari di copyright e ad altri Peer connessi di spiare l’attività degli utenti.

6. Evitare la limitazione della larghezza di banda

Abbiamo già spiegato che gli ISP monitorano quasi sempre l’attività online degli utenti.

Se si vive in un paese senza solide leggi sulla neutralità della rete, il proprio ISP può anche rallentare deliberatamente la connessione Internet. Questa funzione è denominata anche limitazione della larghezza di banda.

Gli ISP in genere scelgono di limitare la connessione Internet di un utente quando esegue attività che richiedono una larghezza di banda elevata, come il download di file di grandi dimensioni, lo streaming o il download di file torrent.

La limitazione della larghezza di banda viene in genere utilizzata per ridurre al minimo la congestione della rete e per regolare il traffico nei periodi di punta. Tuttavia, alcuni ISP sono stati anche accusati di limitare le velocità di connessione solo per i propri interessi aziendali.

La crittografia della VPN può impedire agli ISP di limitare la connessione perché impedisce loro di vedere le tue attività.

Infatti, l’installazione di una VPN è il modo migliore per impedire il Throttling su Internet da parte del tuo ISP.

Senza accedere all’attività Internet di un utente, è molto più difficile per il provider di servizi Internet sapere quando rallentarne la connessione. Ciò significa che l’utente può usufruire di velocità più elevate e affidabili per il download di file, per i videogiochi e per lo streaming.

RIEPILOGO: alcuni fornitori di servizi Internet (ISP) rallentano deliberatamente la connessione Internet per evitare congestioni di rete. È possibile utilizzare una VPN per crittografare l’attività di navigazione, impedendo al fornitore di servizi Internet di limitare la velocità di Internet in base ai siti Web visitati.

7. Risparmiare durante lo shopping online

I siti Web di e-commerce come le agenzie di viaggio, le compagnie di noleggio auto e le compagnie aeree utilizzano spesso gli indirizzi IP degli utenti per determinarne la posizione. Una volta individuata la posizione, possono cambiare le loro tariffe di conseguenza.

Ad esempio, il costo della prenotazione di un volo per un cliente negli Stati Uniti può essere superiore al prezzo dello stesso volo quando si prenota in India.

È inoltre comune che questo tipo di sito web utilizzi cookie e script di tracciamento per inviare agli utenti annunci pubblicitari specifici.

Le aziende quindi usano questo tipo di tracking delle informazioni per manipolare il prezzo dei prodotti che pubblicizzano. Più un potenziale cliente sembra interessato a un prodotto, più alto è il prezzo.

È possibile utilizzare una VPN per evitare questo tipo di pubblicità mirata e di manipolazione dei prezzi.

Nascondendo il proprio indirizzo IP e mascherando la propria posizione, è possibile “ingannare” un sito Web in modo che offra prezzi più bassi in base al paese da cui si sta acquistando.

Oltre ad ottenere prezzi migliori, è anche una buona idea utilizzare una VPN per acquisti online sicuri.

Le transazioni di acquisto in genere coinvolgono informazioni sensibili come nome, indirizzo e dettagli bancari, che la crittografia VPN può aiutare a proteggere.

RIEPILOGO: i venditori online possono utilizzare l’indirizzo IP degli utenti e inviare pubblicità mirata per modificare il prezzo dei loro prodotti in base alla posizione degli utenti. Oltre a proteggere le informazioni di pagamento, puoi utilizzare una VPN per nascondere la tua posizione e trovare i prezzi più bassi disponibili.

8. Connettersi alla rete dell’ufficio

Il software VPN è disponibile in diverse forme. Il primo protocollo VPN è stato denominato PPTP (Point-to-Point Tunneling) ed è stato progettato per aiutare le persone a lavorare in modo efficace e sicuro da casa.

Le VPN sono ora utilizzate per molto più del semplice lavoro remoto. Tuttavia, alcune VPN sono ancora progettate specificamente per consentire la connessione sicura alla rete interna di un’azienda.

Il tipo di VPN a cui ci riferiamo in questa guida e nelle nostre recensioni delle VPN è denominato “VPN per consumatori”. Questi servizi connettono il dispositivo dell’utente a un server di proprietà della società VPN, consentendo all’utente di navigare in Internet con tutti i vantaggi menzionati in precedenza.

Il tipo di VPN che l’azienda potrebbe utilizzare per il lavoro remoto è denominato “VPN aziendale”. Questi servizi connettono gli utenti autorizzati a un server condiviso in una determinata posizione, in genere un ufficio o una sede centrale.

Le VPN aziendali consentono ai dipendenti di accedere in modo sicuro ad applicazioni e file disponibili solo sulla rete interna dell’ufficio.

Lo scopo della VPN è di impedire che i dati aziendali sensibili vengano inviati senza protezione sulla rete Web “aperta”.

RIEPILOGO: esistono molti tipi diversi di VPN. È possibile utilizzare una “VPN aziendale” per connettere il dispositivo direttamente alla rete interna dell’azienda, consentendo l’accesso sicuro a file e applicazioni disponibili solo per gli utenti autorizzati.

Da cosa offre protezione una VPN?

L’uso di una VPN rende l’attività online degli utenti molto più privata rispetto a quando si naviga in Internet senza VPN. Tuttavia una VPN non consente di essere completamente anonimi.

Crittografare i dati e nascondere l’indirizzo IP è un ottimo inizio, ma l’indirizzo IP è solo uno dei modi in cui è possibile essere identificati online.

Una VPN non offre protezione da:

  • Cookie e tracker. I cookie e i web tracker sono file di piccole dimensioni utilizzati da siti Web e inserzionisti per personalizzare i proprio servizi per gli utenti specifici. Memorizzano informazioni quali nome, genere, posizione e a volte abitudini di navigazione, che possono essere utilizzate per identificare l’utente anche in caso di utilizzo di una VPN.
  • Impronte digitali del browser. Il dispositivo usato fornisce ai siti Web visitati informazioni dettagliate sul sistema operativo, il browser e l’hardware in uso. La somma di queste informazioni va a formare una “impronta digitale” univoca che può essere utilizzata per tracciare e identificare l’utente.
  • Leak di IP, DNS e WebRTC. Una VPN di scarsa qualità può esporre le informazioni degli utenti a causa di leak di informazioni quali l’indirizzo IP reale o le richieste DNS. È possibile testare questo tipo di vulnerabilità usando il nostro test di leak delle VPN.
  • Impronte digitali del traffico. Quando si utilizza una VPN, l’ISP può ancora vedere il trasferimento dei dati tra il dispositivo e un server VPN: non riuscirà a vedere solo il contenuto o la destinazione dei dati. A volte è possibile identificare il tipo di dati trasmessi (ad esempio navigazione sul Web, streaming, P2P) attraverso l’analisi dei tempi e della densità. Questo è noto come “impronte digitali del traffico”.
  • Account dei social media. Se si accede ai propri account personali come Facebook e Google mentre si naviga su Internet, anche se si utilizza una VPN, queste società saranno comunque in grado di monitorare l’attività svolta e collegarla all’indirizzo IP del server VPN.

La nostra guida ai migliori browser per la privacy esplora i diversi modi in cui è possibile conservare la privacy delle proprie attività ed evitare i tracker, estendendosi quindi al di là dell’uso di una VPN.

Se si desidera il completo anonimato, si potrebbe considerare l’uso del browser Tor.

La rete Tor si differenzia da una VPN in una serie di modi diversi e non tutti positivi. Puoi scoprire le differenze nel nostro confronto tra Tor e le VPN.