Informativa: Recensiamo le VPN imparzialmente , tuttavia guadagniamo commissioni se acquisti una VPN tramite appositi link sul sito.

Recensione di TunnelBear VPN

 Classificato 5 su 5 
2 recensioni degli utenti
Schermate dell’app per desktop di TunnelBear
Simon Migliano

Simon Migliano è un esperto mondiale di VPN. Ha testato centinaia di VPN e le sue ricerche sono state citate da La Repubblica, il Corriere della Sera, La Stampa, e molti altri quotidiani italiani.

Verificato da Callum TennentTest aggiuntivi a cura di David Hughes

Chiedi a Simon informazioni su TunnelBear VPN

Verdetto

7.47,4/10
Come viene calcolato?

La nostra valutazione complessiva viene ottenuta combinando i punteggi in diverse categorie. Le categorie sono ponderate come segue:

  • Politica sui log e la privacy: 30%
  • Velocità e affidabilità: 25%
  • Sicurezza e funzionalità: 20%
  • Streaming: 10%
  • Torrenting: 5%
  • Facilità d’uso: 5%
  • Assistenza clienti: 5%

Scopri la metodologia che usiamo per esaminare e recensire le VPN.

TunnelBear è una VPN freemium di medio livello, rivolta ai principianti. La VPN dispone di una politica sui log accettabile e di funzioni di sicurezza standard del settore. Sblocca Netflix USA ad alta velocità, ma la sua rete di server è piccola e la sua versione gratuita ha un limite mensile di dati di 500 MB molto limitante.

19ª in classifica su 22 VPN

Valutazioni delle categorie di test

  • 3.53,5/10
  • 5.95,9/10
  • 9.59,5/10
  • 8.78,7/10
  • 7.17,1/10
  • 8.58,5/10
  • 7.47,4/10
  • 7.87,8/10
  • 7.47,4/10
  • 77,0/10

Vantaggi e svantaggi di TunnelBear VPN

  • Velocità molto elevate sui server più vicini
  • Politica sui log orientata alla privacy
  • Download di file torrent consentito su tutti i server
  • Sblocca Netflix USA e HBO Max
  • Nessun leak di indirizzo IP o DNS
  • Applicazioni facili da utilizzare

  • Non consigliata per lo streaming
  • Nessuna garanzia di rimborso
  • Interruzioni occasionali della connessione della VPN
  • Assistenza in chat non disponibile e assistenza via e-mail lenta

Perché fidarsi della nostra recensione?

Abbiamo trascorso migliaia di ore a testare e recensire 56 servizi VPN utilizzando il nostro processo di analisi imparziale per consigliare il miglior software VPN.

Di seguito sono riportate alcune delle principali statistiche dei test delle VPN:

Ore totali di testpiù di 30.000
Test di velocità settimanalipiù di 3.000 ore
VPN testate56
Piattaforme di streaming testate12
Test fughe di dati IP e DNS eseguitipiù di 9.500
Quanto abbiamo speso per i testpiù di 25.000 $

TunnelBear è una rinomata VPN di proprietà di McAfee. In questa recensione di TunnelBear ne evidenzieremo i punti di forza e i punti deboli.

La VPN offre sia una versione gratuita che una versione premium. Entrambe utilizzano la crittografia sicura AES-256, consentono il download di file torrent senza limiti e hanno una politica sui log orientata alla privacy.

La versione gratuita di TunnelBear viene fornita con un limite mensile di dati di 500 MB, troppo limitato, anche per una VPN gratuita.

Entrambe le versioni della VPN utilizzano OpenVPN e IKEv2, due protocolli VPN molto sicuri. Le app di TunnelBear includono anche importanti funzionalità di sicurezza come un Kill Switch della VPN e strumenti di offuscamento.

Quattro audit di sicurezza indipendenti forniscono ulteriori rassicurazioni sulla sicurezza della VPN.

Purtroppo, non si tratta di una soluzione eccellente per aggirare i blocchi geografici dello streaming. Inoltre, i server tra cui scegliere sono solo in 48 paesi.

In breve, TunnelBear non è la migliore VPN sul mercato, ma è adeguata per mascherare l’indirizzo IP e proteggere le connessioni sul Wi-Fi pubblico.

Dati principali di TunnelBear VPN

Limite utilizzo datiVelocitàPolitica sui logLeak di datiGiurisdizioneServerIndirizzi IPPaesiNetflix USATorrentingConnessioni simultaneeFunziona in CinaAssistenzaPrezzo più bassoSito ufficiale
PremiumGratuita
Illimitato500 MB
89 Mbps92 Mbps
Utilizzo dati server anonimoUtilizzo dati server anonimo
NoNo
Canada (Membro Cinque Occhi)Canada (Membro Cinque Occhi)
Non rivelatoNon rivelato
Non rivelatoNon rivelato
4848
No
IllimitatoConsentito
55
Non affidabileNon affidabile
Solo e-mail e risorse onlineSolo e-mail e risorse online
4,17$ al mese per due anniGratis
Tunnelbear.com

Politica sui log e sulla privacy

Una VPN sicura malgrado la sua giurisdizione

9.59,5/10
Come viene calcolato?

Analizziamo a fondo le politiche sui log e privacy di ogni VPN. Una VPN non dovrebbe mai registrare:

  • L’indirizzo IP reale dell’utente
  • Timestamp delle connessioni
  • Richieste DNS

È preferibile una sede operativa al di fuori di una giurisdizione 14 occhi o dell’UE.

TunnelBear non è no log, ma è una VPN sicura. La VPN tiene traccia della quantità di dati utilizzati, ma non raccoglie dati identificabili. In passato sono state rilevate diverse vulnerabilità di sicurezza, ma la volontà di TunnelBear di correggerle e di affrontare ispezioni regolari dimostra che si tratta di una VPN sicura e affidabile.

Alla #14 posizione su 56 VPN per Politica sui log e sulla privacy

TunnelBear VPN non registra dati sull’utilizzo che possono far risalire all’utente specifico.

La politica sui log è semplice, rispettosa della privacy e trasparente, e specifica tutti i dati raccolti insieme alle motivazioni.

Per riepilogare, TunnelBear registra:

  • Utilizzo della larghezza di banda.
  • Versione del sistema operativo.
  • Versione dell’app.
  • Se hai usato o meno la VPN in un determinato mese.
  • I dati utilizzati ogni mese in totale.
  • Gli eventi operativi (ad esempio: creato un account, effettuato un pagamento, segnalazione di pubblicità online).

È vicina a essere no log

La cosa fondamentale è che TunnelBear non conserva record della cronologia di navigazione, richieste DNS, indirizzo IP di origine o Timestamp di connessione. In altre parole, la VPN è quasi del tutto no log.

TunnelBear ha una politica sui log sicura

TunnelBear ha una politica sui log sicura

Le uniche informazioni personali identificabili registrate da TunnelBear sono gli indirizzi e-mail degli utenti, necessari per dimostrare di avere un account. Non ci sono log che rivelano quali siti Web si sono visitati.

Report di trasparenza di TunnelBear

L’azienda pubblica inoltre un report annuale di trasparenza che descrive in dettaglio le eventuali richieste di dati degli utenti da parte di enti governativi.

È preoccupante che TunnelBear ammetta di confermare l’indirizzo e-mail di un utente alle autorità, anche se non ha mai consegnato informazioni sull’utilizzo.

Nessuna violazione dei server o scandali sui log

Non si sono verificati incidenti noti di violazioni dei server o scandali sui log associati a TunnelBear.

TunnelBear ha la sua sede in Canada

TunnelBear è stata fondata nel 2011 in Canada da Daniel Kaldor e Ryan Dochuk. È stata successivamente acquisita dalla società di software antivirus McAfee all’inizio del 2018.

La società della VPN utilizza ancora un team separato all’interno di McAfee, quindi le stesse persone continuano a lavorare alla VPN anche dopo l’acquisizione.

Come indicato nell’Informativa sulla privacy, utilizzando TunnelBear si autorizza l’azienda a:

“Utilizzare le informazioni sull’utente in base alle leggi canadesi, indipendentemente dal paese in cui l’utente risiede”.

Soggetta alle leggi sui dati di Canada e Stati Uniti

Anche se la sede centrale di TunnelBear è a Toronto, la nuova proprietà significa che è soggetta anche alle leggi sui dati degli Stati Uniti.

Stati Uniti e Canada sono parte integrante dell’alleanza di condivisione dati cinque occhi, un’organizzazione progettata per consentire alle nazioni più potenti di raccogliere e condividere dati di sorveglianza.

Entrambe le giurisdizioni sono note per perseguire violazioni minori del copyright, informazioni importanti se si desidera utilizzare una VPN per scaricare file torrent.

Anche se TunnelBear può essere citata in giudizio dalle autorità canadesi e statunitensi, la sua solida politica sui log e i regolari report di trasparenza dimostrano che si tratta comunque di una VPN affidabile e attenta alla privacy.

Audit indipendenti provano che TunnelBear è sicura

Per dimostrare il proprio impegno a favore della trasparenza e della sicurezza degli utenti, TunnelBear si è sottoposta a diversi audit indipendenti sulla sicurezza.

Nel gennaio 2017, Byte 255 ha esaminato il codice di TunnelBear e pubblicato i risultati su Hacker Noon. L’articolo ha concluso che la VPN non presenta problemi di privacy e non raccoglie dati di telemetria inutili.

TunnelBear ha inoltre incaricato la società di cybersicurezza Cure53 di effettuare quattro audit annuali indipendenti sulla sicurezza dal 2017. Questi audit hanno esaminato le app, il codice e l’infrastruttura di TunnelBear.

Nel 2019 Cure53 ha trovato 12 vulnerabilità di varia gravità e ha aiutato TunnelBear a risolverle e adeguarle alle esigenze future. L’audit ha concluso che TunnelBear è “chiaramente all’avanguardia tra le VPN concorrenti in materia di sicurezza”.

Nel 2020 sono state identificate “due vulnerabilità a basso rischio, due a medio rischio e una ad alto rischio”. TunnelBear ha dichiarato di aver risolto immediatamente la vulnerabilità ad alto rischio.

È certamente un’ottima notizia che TunnelBear commissioni audit regolari, ma ci preoccupa che gli audit continuino a trovare vulnerabilità.

Velocità e affidabilità

Sia la versione premium che quella gratuita sono sorprendentemente veloci

8.78,7/10
Come viene calcolato?

Le velocità nominali vengono calcolate utilizzando velocità di upload, velocità di download e ping (latenza).

Testiamo regolarmente le velocità medie utilizzando una connessione a 100 Mbps dedicata a Londra, nel Regno Unito. La velocità di download locale è considerata il fattore più importante.

TunnelBear è una VPN veloce, sia a livello locale che internazionale. Inoltre, la versione gratuita è veloce quanto quella premium. È più lenta e molto meno affidabile delle migliori VPN, ma la maggior parte degli utenti non noterà un sostanziale calo delle prestazioni della connessione.

Alla #14 posizione su 56 VPN per Velocità e affidabilità

TunnelBear è stata lenta in passato, ma i nostri test di velocità più recenti mostrano miglioramenti promettenti.

Sulle connessioni locali, TunnelBear è più veloce anche delle migliori VPN come ExpressVPN, IPVanish e Surfshark.

Sorprende che la versione gratuita della VPN sia veloce come la versione premium, se non addirittura più veloce a volte.

Per testare manualmente le velocità della VPN, abbiamo registrato la nostra velocità di Internet prima e dopo la connessione a TunnelBear.

Risultati dei test di velocità locale prima di usare TunnelBear VPN:

  • Velocità di download: 96,24Mbps
  • Velocità di upload: 99,52Mbps
  • Ping: 1ms

Risultati dei test di velocità locale con TunnelBear VPN:

  • Velocità di download: 89,02Mbps
  • Velocità di upload: 93,03Mbps
  • Ping: 6ms

Perdita di velocità durante il download con TunnelBear VPN in esecuzione: 8%

In sostanza, le prestazioni in velocità di TunnelBear sono migliorate nel tempo, con velocità elevate sulle connessioni sia locali che internazionali.

Tuttavia, durante i test abbiamo rilevato alcune interruzioni della connessione e in genere ci sono voluti alcuni secondi prima che l’app si connettesse.

Test di velocità sulle lunghe distanze

Le velocità internazionali di TunnelBear sono molto elevate. Abbiamo registrato una perdita di velocità di appena il 30% durante la connessione dal Regno Unito agli Stati Uniti.

Questa perdita di velocità della connessione da Regno Unito a Stati Uniti è simile a quella subita dalle VPN più veloci.

Anche le velocità di connessione di TunnelBear all’Europa sono molto elevate, situazione ottimale per lo streaming di contenuti video europei senza Buffering.

Di seguito sono riportate le velocità medie di download e upload registrate durante la connessione dal Regno Unito ai server in tutto il mondo:

  • USA:
    • Download: 67 Mbps
    • Upload: 16 Mbps
  • Germania:
    • Download: 81 Mbps
    • Upload: 91 Mbps
  • Singapore:
    • Download: 54 Mbps
    • Upload: 20 Mbps
  • Australia:
    • Download: 56 Mbps
    • Upload: 10 Mbps

La connessione al server in Australia è stata più lenta, con un calo del 43%, ma questo è tipico considerando la distanza, ed è in realtà un ottimo risultato.

Allo stesso modo, solo il 15% di perdita di velocità connettendoci al server in Germania dalla nostra sede nel Regno Unito, è un ottimo risultato.

Le velocità di TunnelBear non sono le migliori a livello internazionale che abbiamo testato, quelle di Hotspot Shield sono ancora più elevate. Tuttavia, sono più che sufficienti per uno streaming HD fluido.

Confronto tra le velocità di TunnelBear e delle VPN concorrenti

Abbiamo testato la velocità di TunnelBear manualmente, ma abbiamo anche eseguito test automatici della velocità utilizzando il nostro strumento di test della velocità interno.

Il grafico riportato di seguito illustra la perdita media di velocità di download di TunnelBear rispetto alle VPN concorrenti. Più bassa è la percentuale, migliore è la velocità.

Questi risultati si basano su test giornalieri eseguiti sul nostro server di New York. Abbiamo limitato le velocità a 100 Mbps per ricreare una tipica connessione a Internet domestica.

Provider speed comparison chart

Come si può vedere dal grafico, TunnelBear resta indietro rispetto alle migliori VPN sia in termini di velocità che di costanza. A volte, la perdita di velocità è arrivata fino al 45%.

La VPN ideale è veloce in modo costante, come ExpressVPN, con solo il 5% di perdita di velocità.

Neanche la valutazione relativa al ping di TunnelBear in questo periodo è buono. La latenza è arrivata a 71,48 ms. Con NordVPN abbiamo invece registrato solo 3,03 ms.

Streaming

Sblocca Netflix USA ma non BBC iPlayer, Disney+ o Hulu

3.53,5/10
Come viene calcolato?

Lo streaming viene valutato in base al numero di servizi diversi sbloccati, al numero di cataloghi regionali visualizzabili e alla costanza con cui la VPN può accedervi.

Netflix, BBC iPlayer, HBO Max, Disney+ e Amazon Prime Video vengono tutti testati ogni settimana.

TunnelBear non è una VPN valida per lo streaming. Può sbloccare Netflix USA e HBO Max, ma non riesce a sbloccare altre piattaforme importanti come BBC iPlayer, Disney+ o Hulu.

Alla #20 posizione su 56 VPN per Streaming

TunnelBear offre prestazioni contrastanti riguardo allo streaming. Riesce a sbloccare contenuti con restrizioni regionali su Netflix USA e HBO Max, ma fallisce quando si tratta di Disney+, BBC iPlayer e Hulu.

Tutti gli altri cataloghi Netflix e piattaforme che abbiamo testato hanno rilevato che stavamo utilizzando una VPN o un proxy.

Se il server statunitense che trasmette Netflix smette di funzionare, la mancanza di posizioni di server a livello di città significa che non sono disponibili opzioni di backup.

È chiaro che TunnelBear non ha investito risorse per sbloccare i servizi di streaming. Altre VPN di qualità inferiore come Norton Secure VPN riescono a sbloccare Hulu, Prime Video e HBO Max.

Tuttavia, siamo riusciti a eseguire lo streaming di contenuti da HBO Max e Amazon Prime Video esclusivi per gli Stati Uniti. I fan di queste piattaforme possono usare TunnelBear, ma non possiamo garantirne l’affidabilità.

Streaming con TunnelBear Gratis: sblocca Netflix USA

TunnelBear Gratis è attualmente una delle poche VPN gratuite in grado di accedere a Netflix USA. Può anche aggirare le restrizioni geografiche di HBO Max e i blocchi per l’accesso a BBC iPlayer, All 4 e ITV Hub nel Regno Unito.

TunnelBear aggira i blocchi per accedere a Netflix USA

TunnelBear aggira i blocchi per accedere a Netflix USA

Il problema è il limite dei dati di 500 MB che non consente streaming prolungati.

Il lato positivo è che TunnelBear Gratis accumula i dati non utilizzati invece di partire da zero ogni mese. Quindi se non la utilizzi per qualche mese, avrai più dati a disposizione per lo streaming.

Torrenting

Non consigliamo TunnelBear per il download di file torrent

5.95,9/10
Come viene calcolato?

Calcoliamo il bitrate medio in download di ogni VPN usando una configurazione per scaricare file torrent su misura.

I test prevedono anche fattori per la percentuale di server che consentono il P2P, oltre a funzionalità utili come il Port Forwarding.

I server di TunnelBear consentono di scaricare file torrent ma non sono ottimizzati per il P2P e non consigliamo questa VPN per il download di file torrent. Il bitrate è troppo basso e l’azienda è abbastanza rigida per quanto riguarda la condivisione di materiale protetto da copyright. Inoltre ha sede in Canada, uno dei paesi più rigidi quando si tratta di leggi sul copyright.

Alla #17 posizione su 56 VPN per Torrenting

Anche se è possibile scaricare file torrent su qualsiasi server di TunnelBear, la VPN non è molto valida per il download di file torrent. Nessuno dei server della VPN è ottimizzato per il P2P.

Ufficialmente, se ritiene che l’utente abbia violato la legge sul copyright, l’azienda si riserva il diritto di chiudere l’account senza preavviso.

Il team dell’assistenza ha chiarito che gli utenti dovrebbero essere in grado di condividere file sulla rete. Consigliano di utilizzare server in Canada, Stati Uniti, Regno Unito, Romania, Paesi Bassi, Germania o Svezia.

Abbiamo testato le velocità di download di file torrent di TunnelBear con qBittorrent e uTorrent. Le velocità di download di file torrent della VPN si sono dimostrate molto inferiori rispetto alle VPN con valutazione più alta.

Abbiamo testato TunnelBear con qBittorrent

Abbiamo testato TunnelBear con qBittorrent

TunnelBear ha registrato un bitrate medio di soli 2,9 MiB/s, basso rispetto al bitrate di download di IPVanish di 9,9 MiB/s e a quello di ExpressVPN di 9,4 MiB/s.

Almeno il Kill Switch della VPN, “VigilantBear”, ha funzionato bene su dispositivi Windows, macOS e Android, tenendo nascosto l’indirizzo IP reale durante le interruzioni improvvise della connessione VPN.

Inoltre, non abbiamo rilevato leak di IP durante il download di file torrent utilizzando il nostro strumento di test dei leak. La politica sui log della VPN è abbastanza corretta e garantisce un download di file torrent privato.

Il download di file torrent è consentito anche sulla VPN gratuita di TunnelBear. Ma il limite dei dati di 500 MB al mese impedisce di scaricare molti file.

Sicurezza e funzionalità extra

Sicurezza solida ma poco configurabile

7.47,4/10
Come viene calcolato?

Le VPN migliori offrono i protocolli OpenVPN o WireGuard, la crittografia AES-256 e un Kill Switch funzionale. Valutiamo anche le ulteriori funzioni di sicurezza e la diffusione globale dei server VPN.

La sicurezza di TunnelBear è solida ed esente da leak, ma non è estesa. Sono disponibili pochissime opzioni di configurazione o funzionalità avanzate. Tuttavia, per Android è disponibile lo Split Tunneling.

Alla #15 posizione su 56 VPN per Sicurezza e funzionalità extra

ProtocolliDisponibile in TunnelBear VPN
IKEv2/IPSec
OpenVPN (TCP/UDP)
WireGuardNo
CrittografiaDisponibile in TunnelBear VPN
AES-128No
AES-192No
AES-256
BlowfishNo
ChaCha20No
SicurezzaDisponibile in TunnelBear VPN
Blocco dei leak DNS
DNS proprietario
Blocco dei leak IPv6No
Supporto porta TCP 443No
Kill Switch della VPN
Blocco dei leak WebRTCNo
Funzionalità avanzateDisponibile in TunnelBear VPN
Blocco della pubblicità
IP dedicatoNo
VPN doppiaNo
Smart DNSNo
SOCKSNo
Split Tunneling
Tor su server VPNNo
Blocco dei trackerNo

Nonostante il design simpatico, TunnelBear prende sul serio la privacy ed è una VPN sicura.

Sia la versione gratuita che quella a pagamento utilizzano la crittografia AES-256 per Windows, macOS e Android.

Il protocollo predefinito è OpenVPN ma su iOS e Windows è disponibile anche il protocollo IKEv2.

Sia IKEv2 che OpenVPN sono protocolli VPN sicuri e affidabili, sebbene OpenVPN sia lo standard attuale del settore.

Nessun leak di indirizzi IP

Con il nostro strumento di test dei leak delle VPN non abbiamo mai riscontrato leak di indirizzi IP o DNS dalle app della VPN di TunnelBear. L’indirizzo IP rimarrà quindi nascosto durante la navigazione, lo streaming e il download di file torrent.

Tuttavia, in un primo momento l’estensione per il browser Firefox ha fatto trapelare l’indirizzo WebRTC, anche se TunnelBear ha rapidamente risolto questo problema.

Crittografia completa del disco e server DNS privati

Un report del Center for Democracy & Technology rivela inoltre che ogni server TunnelBear è protetto da crittografia completa del disco, scansioni per il rilevamento di malware e software di protezione dalle intrusioni.

TunnelBear VPN utilizza anche server DNS privati, Perfect Forward Secrecy e uno scambio di chiavi Diffie-Hellman sicuro. Quest’ultimo garantisce la connessione a un server TunnelBear verificato ogni volta che si utilizza la VPN.

Gamma limitata di buone funzionalità di sicurezza

TunnelBear offre una piccola selezione di funzionalità di sicurezza avanzate, tra cui:

VigilantBear (Kill Switch)

Il Kill Switch della VPN di TunnelBear si chiama “VigilantBear” e blocca il traffico Web quando la connessione VPN si interrompe. Questo impedisce l’esposizione dell’indirizzo IP ed è una funzione essenziale per qualsiasi VPN di alto livello.

VigilantBear è disponibile su Windows, Mac e Android, ma non su iOS.

Questo è molto comune a causa delle rigide linee guida di Apple, ma non è impossibile e alcune VPN come Private Internet Access offrono un Kill Switch su iOS.

GhostBear (Offuscamento)

Un’altra funzione utile è il protocollo GhostBear di TunnelBear.

È progettato per mascherare il traffico della VPN come traffico “normale”, rendendo più difficile per governi, aziende e ISP rilevare e bloccare la connessione VPN. Tuttavia, rallenta il traffico.

Sono inoltre disponibili RememBear (gestione delle password) e SplitBear (Split Tunneling) per Android.

TunnelBear dispone di una serie di funzionalità aggiuntive

TunnelBear dispone di una serie di funzionalità aggiuntive

Mancanza di strumenti avanzati

A parte le funzioni sopra indicate, TunnelBear non è molto configurabile e manca di impostazioni di sicurezza più avanzate.

Ad esempio, non è disponibile il Port Forwarding o la Double VPN (Multi Hop) e non è possibile controllare le impostazioni di crittografia.

Leak di IP, DNS o WebRTC

Leak di IP e DNS possono esporre informazioni personali come l’indirizzo IP, la posizione fisica e l’attività di navigazione di un utente. Testiamo ogni VPN per rilevare eventuali leak di IP, DNS e WebRTC, per assicurarci che sia a prova di leak.

TunnelBear ha superato tutti i nostri test di leak delle VPN. Anche il Kill Switch ha funzionato, proteggendo l’indirizzo IP su Windows, macOS e Android.

TunnelBear gestisce i suoi server DNS no log e non registra i siti Web visitati. Ciò garantisce inoltre che l’ISP non possa monitorare l’attività di navigazione sul Web degli utenti.

Quando Mozilla ha rilasciato Firefox 73.0, molti componenti aggiuntivi per browser delle VPN hanno iniziato a far trapelare richieste WebRTC. Lo stesso è successo anche con TunnelBear, ma i tecnici della VPN hanno risolto il problema quasi immediatamente. Ora tutte le estensioni di TunnelBear sono esenti da leak.

Tracker, malware e autorizzazioni

Abbiamo utilizzato lo strumento εxodus per eseguire la scansione dell’app per Android di TunnelBear e rilevare tracker e autorizzazioni pericolose.

Possiamo confermare che l’app per Android non contiene alcun tracker.

Questo risultato è l’ideale per la privacy e non è molto comune. Alcune delle migliori VPN contengono tracker di marketing e di controllo dei bug, persino NordVPN ne ha sette.

Anche se TunnelBear deve attendere che gli utenti segnalino gli arresti anomali invece di monitorarli attivamente, questo metodo è preferibile per coloro che desiderano i massimi livelli di privacy.

L’app inoltre richiede otto autorizzazioni, nessuna delle quali è preoccupante. Infine, abbiamo sottoposto TunnelBear a una scansione per rilevare virus e malware e verificare la presenza di software dannosi, ma non ne abbiamo trovato nessuno.

Posizioni dei server

Server in 48 paesi

7.17,1/10
Come viene calcolato?

La diffusione e la copertura globale della rete di server VPN sono i fattori più importanti in questa categoria.

Prendiamo in considerazione anche il numero di server a livello di città, oltre al numero di indirizzi IP gestiti.

Questa valutazione non contribuisce direttamente alla valutazione complessiva, ma costituisce una parte della valutazione sulla sicurezza e le funzionalità aggiuntive.

TunnelBear ha esteso l’elenco dei server a 48 paesi, ma resta ancora indietro rispetto alle migliori VPN per quantità e distribuzione delle posizioni. Ha anche introdotto opzioni a livello di città, ma le posizioni sono fortemente concentrate in Nord America.

Alla #19 posizione su 56 VPN per Posizioni dei server

Mondo con bandierina blu
48 paesi
Immagine di un paesaggio cittadino
47 città
Immagine di un segnaposto rosa
Numero non rivelato diIndirizzo IP

TunnelBear gestisce una rete di server VPN molto ridotta che copre solo 48 paesi.

Sono presenti le posizioni dei server più richieste dagli utenti di VPN, come Stati Uniti, Regno Unito e Australia, nonché Francia, Germania e Paesi Bassi.

Ci sono server anche in Giappone e a Singapore, oltre a opzioni limitate in Messico e Brasile. Purtroppo TunnelBear non dispone di server VPN in Africa.

Ha inoltre eliminato i server in India dopo che il paese ha introdotto una legge che richiede alle VPN di registrare i dati degli utenti, nonché il suo server in Ucraina a seguito dell’invasione russa.

Se desideri accedere a un maggior numero di posizioni dei server, non consigliamo di scegliere TunnelBear. Le migliori VPN hanno server in almeno 60 paesi. Ad esempio, Private Internet Access ha server in 84 paesi.

Numero non precisato di server e indirizzi IP

TunnelBear non è trasparente in relazione al numero esatto di server o indirizzi IP che gestisce. Non c’è modo di sapere come sia distribuito il traffico sulle diverse posizioni.

Server a livello di città negli Stati Uniti e Canada

TunnelBear ha server a livello di città solo negli Stati Uniti e Canada. Si tratta di un miglioramento, visto che prima non c’era alcuna scelta. Ma anche un paese grande come l’Australia beneficerebbe di opzioni a livello di città.

Menu dei server di TunnelBear

TunnelBear è proprietaria dei suoi server bare metal

Tutti i server di TunnelBear sono fisici (bare metal), e non virtuali. Si trovano fisicamente dove si afferma che siano.

Inoltre, TunnelBear è proprietaria dell’intera rete di server, pertanto non sono coinvolte terze parti nella manutenzione dei server.

Il controllo dell’infrastruttura di server è molto importante per evitare incidenti di sicurezza. L’Hack di NordVPN ha dimostrato che l’utilizzo di data center di terze parti può comportare rischi significativi.

Aggiramento della censura Web

Strumento di offuscamento GhostBear disponibile

8.58,5/10
Come viene calcolato?

Il nostro server di accesso remoto a Shanghai, Cina, verifica regolarmente se una VPN riesce a superare le restrizioni e ad accedere a Internet in modo libero e aperto. Anche le tecnologie di offuscamento e i server nelle vicinanze sono un fattore determinante.

Questa valutazione non contribuisce direttamente alla valutazione complessiva, ma costituisce una parte della valutazione sulla sicurezza e le funzionalità aggiuntive.

GhostBear è stato progettato per aggirare le severe censure governative, ma non è affidabile in Cina. Consigliamo TunnelBear a chi si trova in un paese con una censura meno rigida come l’Iran, che TunnelBear ha esplicitamente incluso nella sua iniziativa anti censura.

Alla #9 posizione su 56 VPN per Aggiramento della censura Web

Sulla carta, TunnelBear si è dotata degli strumenti giusti per aggirare la rigida censura del Web, soprattutto in Cina.

In realtà però non riesce a superare le censure del Web più aggressive, a differenza di queste VPN anti censura.

La sua funzione di offuscamento, GhostBear, consente comunque di connettersi a paesi con censure meno aggressive come Turchia o Iran.

Infatti, come parte dell’iniziativa anti censura, TunnelBear ha offerto 10 GB di dati gratuiti ai suoi utenti iraniani, venezuelani e bielorussi.

Il protocollo GhostBear nasconde (offuscando) il traffico VPN per aggirare il DPI (Deep Packet Inspection) e i blocchi delle VPN. Il protocollo è integrato nell’app e incluso nelle versioni per Windows, macOS e Android.

Per abilitare la funzione GhostBear, accedi al menu delle impostazioni e seleziona “Security” (Sicurezza), poi seleziona la casella “GhostBear”.

Compatibilità dispositivi e OS

Compatibilità limitata con i dispositivi

Come viene valutato?

Una VPN di qualità deve gestire applicazioni ed estensioni funzionali e complete per il maggior numero possibile di piattaforme e dispositivi.

Questa valutazione non contribuisce direttamente alla valutazione complessiva, ma costituisce una parte della valutazione della facilità d’uso.

TunnelBear offre app per i dispositivi più diffusi, ma non è possibile installarla sul router. Non sono inoltre disponibili app per i dispositivi di streaming come Fire TV Stick. TunnelBear è quindi inutile se si desidera utilizzare una VPN sulla Smart TV o sulle console per i videogiochi. Valuta l’acquisto di questa VPN solo se desideri utilizzarla su computer o dispositivi mobili.

App

  1. Windows
  2. Mac
  3. iOS
  4. Android
  5. Linux

TunnelBear offre app della VPN personalizzate per dispositivi Windows, macOS, iOS e Android. La VPN può anche essere installata manualmente su Linux.

Sia la versione gratuita che quella a pagamento di TunnelBear consentono di utilizzare fino a cinque dispositivi simultaneamente con un unico abbonamento, ovvero il limite standard per la VPN.

Nessun supporto per router e nessuna app per Fire TV Stick

Non è possibile configurare TunnelBear su un router. Inoltre, non sono disponibili app per Amazon Fire Stick o Android TV e non è disponibile uno strumento Smart DNS.

In pratica, non sarà possibile utilizzare TunnelBear su console per i videogiochi, Apple TV, Roku e Smart TV.

Questa mancanza di compatibilità contrasta con l’immagine di una VPN comoda e accessibile.

Per questo motivo, consigliamo di utilizzare soluzioni VPN pronte all’uso per PlayStation, Xbox e simili. Ad esempio, leggi le informazioni sulla funzione MediaStreamer di ExpressVPN, sulle VPN per i videogiochi online o sulle VPN per Fire TV Stick.

Estensioni browser

Un piano di abbonamento a TunnelBear include estensioni browser per:

  1. Chrome
  2. Firefox

Entrambi i componenti aggiuntivi sono facili da aggiungere al browser senza configurazioni manuali.

Era disponibile anche un’estensione per Opera, ma è stata rimossa.

È importante ricordare che le estensioni per browser si limitano a crittografare il traffico Web dal browser, mentre l’app della VPN completa crittografa tutto il traffico in entrata e in uscita dal dispositivo.

È un peccato che le estensioni per il browser di TunnelBear non includano funzionalità aggiuntive come un Ad Blocker. Tuttavia, l’azienda offre un’estensione autonoma per il blocco della pubblicità, chiamata semplicemente Blocker.

Facilità d'uso

App semplici e facili da installare

7.87,8/10
Come viene calcolato?

Questa valutazione si basa soprattutto su quanto sono intuitivi la configurazione e l’uso quotidiano.

Anche compatibilità con dispositivi o piattaforme e le opzioni di personalizzazione costituiscono un fattore.

Il design di TunnelBear è piacevole e le app sono semplici da usare. Non sono molto avanzate, caratteristica positiva per la facilità di utilizzo, ma negativa per gli utenti esperti. L’app per iOS è particolarmente carente di funzionalità.

Alla #18 posizione su 56 VPN per Facilità d'uso

Come installare e configurare TunnelBear VPN

Le app di TunnelBear sono estremamente semplici e facili da utilizzare.

Il numero limitato di funzioni avanzate offerte potrebbe non soddisfare gli utenti esperti, ma se si sta iniziando solo ora a utilizzare una VPN, questo rende il processo molto più semplice.

La configurazione è molto semplice anche per le app personalizzate: è sufficiente scaricare il software dal sito Web di TunnelBear ed effettuare l’accesso. È un po’ più complicato per Linux, ma sul sito Web di TunnelBear ci sono semplici istruzioni dettagliate per l’installazione su Linux.

Tutte le app di TunnelBear utilizzano lo stesso design, offrendo un’esperienza familiare indipendentemente dal dispositivo usato.

Esiste comunque una certa variabilità nelle funzioni disponibili su ciascuna piattaforma. L’app per iOS non dispone di un Kill Switch della VPN o di tecnologia di offuscamento e non è possibile cambiare protocollo su nessun dispositivo macOS.

Vorremmo vedere inclusa una funzione di ricerca che aiuti gli utenti a trovare facilmente la posizione dei server più vicini. Anche un elenco di server con informazioni di base come carico e tempo di ping sarebbe un’ottima aggiunta per facilitare l’utilizzo.

Nel complesso, TunnelBear opta per un approccio unico che è più adatto ai principianti. Le applicazioni per dispositivi mobili e desktop sono pratiche e funzionali per un utilizzo semplice, ma sono disponibili molte VPN migliori e più ricche di funzioni. Gli utenti più esperti potrebbero essere più soddisfatti con un fornitore diverso.

Windows

Per impostazione predefinita, l’app per Windows di TunnelBear mostra solo quanto assolutamente necessario: la posizione dell’utente, il tunnel in uso e la posizione a cui si è connessi.

La schermata principale è costituita da una grande mappa in bianco e nero con icone di tunnel arancioni nelle posizioni in cui si trovano i server di TunnelBear. È possibile fare clic sui tunnel per connettersi a un server specifico oppure utilizzare l’elenco a discesa nella parte superiore dell’app. È inoltre possibile connettersi al server “Fastest” (più veloce), che di solito è il più vicino alla propria posizione fisica.

Quando la VPN è connessa, il cursore nella parte superiore diventa arancione e riporta “On” e la mappa diventa a colori. Per disconnettersi, basta fare clic sul cursore.

Facendo clic sul simbolo dell’ingranaggio sul lato sinistro dell’app si accede al menu delle impostazioni di TunnelBear.

Il client non offre molte impostazioni, ma le poche disponibili sono utili. C’è una tecnologia di offuscamento e un Kill Switch della VPN, insieme alla possibilità di avviare la VPN automaticamente all’avvio di Windows. Si può inoltre impostare l’app in modo che si connetta automaticamente ogni volta che si utilizza una rete Wi-Fi non contrassegnata come “trusted” (affidabile).

TunnelBear ha migliorato la sua app per Windows: ora è possibile cambiare i protocolli tramite le impostazioni. Prima non era possibile.

Nel complesso, l’app di TunnelBear per Windows non è male. Chi ha esigenze semplici, potrebbe trovare il modo perfetto per crittografare la connessione senza problemi. Tuttavia, c’è tanto da migliorare e l’interfaccia dell’app e l’elenco essenziale di funzionalità potrebbero deludere gli utenti più esperti.

macOS

App per macOS di TunnelBearL’app per macOS di TunnelBear è un’app della barra dei menu, ma non è facilmente accessibile come le altre app offerte.

È molto simile all’app per Windows con una mappa colorata e animazioni degli orsi, che la rendono molto più facile e immediata rispetto ad altre app di VPN.

Anche nel menu delle impostazioni si troveranno le stesse funzioni, che includono:

  • GhostBear
  • VigilantBear
  • Trusted Networks
  • TCP override

Tuttavia, non è ancora possibile cambiare il protocollo su macOS.

Android

L’app per Android è quasi identica alle app per desktop di TunnelBear, ma con un numero ancora minore di impostazioni. C’è la tecnologia di offuscamento e un Kill Switch della VPN, ma non sono disponibili le opzioni per Trusted Networks (Reti affidabili) o TCP Override (Override del TCP).

Tuttavia, la possibilità di utilizzare lo Split Tunneling è esclusiva dell’app per Android. Questa funzionalità consente di selezionare le applicazioni o i servizi da instradare all’esterno del tunnel VPN, opzione utile per i siti Web che devono accedere alla posizione reale degli utenti.

Sono presenti anche un paio di funzionalità che si aggiungono all’approccio simpatico di TunnelBear alla sicurezza online. Ci sono le impostazioni Bear Sounds e Cloud che fanno vedere delle nuvole fluttuare sulla mappa.

Se desideri una VPN specifica per Android, dai un’occhiata al nostro elenco delle migliori VPN per Android.

iOS

Come accade di solito con le app delle VPN per iOS, l’app per iOS di TunnelBear è la più spoglia di tutte le applicazioni native.

Le uniche impostazioni disponibili sono Trusted Networks e Bear Sounds. Non sono disponibili Kill Switch della VPN o la tecnologia di offuscamento. L’app per iOS seleziona automaticamente anche il protocollo VPN, vale a dire OpenVPN o IKEv2.

Assistenza clienti

Assistenza in chat non disponibile

7.47,4/10
Come viene calcolato?

Questa valutazione si basa sulla nostra valutazione dei seguenti servizi della VPN:

  • Assistenza via e-mail
  • Assistenza in chat
  • Risorse online

Non tutte le VPN offrono tutti questi servizi, che spesso variano per qualità e tempi di risposta.

L’assistenza di TunnelBear non è soddisfacente perché è difficile entrare in contatto con un essere umano. La funzione di chat è automatica ed è necessario rispondere a molte domande prima di ricevere una risposta appropriata, che viene comunque inviata solo via e-mail. Per ottenere qualsiasi tipo di assistenza devi prima sottoscrivere un abbonamento, anche se vuoi contattare l’assistenza con un modulo di posta elettronica. Neanche le risorse online sono molto numerose.

Alla #17 posizione su 56 VPN per Assistenza clienti

Assistenza clientiDisponibile in TunnelBear VPN
Assistenza in chat 24 ore No
Assistenza via e-mail 24 ore No
Assistenza in chatNo
E-mail
Assistenza via e-mail con modulo onlineNo
Guide videoNo
Risorse online

TunnelBear non offre assistenza via chat. È invece disponibile un chatbot incapace di rispondere a domande molto semplici.

In alternativa, puoi inviare un’e-mail tramite un modulo online. Ma è necessario essere già clienti di TunnelBear.

Per una VPN che intende garantire un’esperienza semplice ai principianti, l’incapacità di fornire assistenza immediata ai clienti o di rispondere alle domande è deludente.

Molte VPN premium, come ExpressVPN, offrono assistenza in chat 24 ore su 24, sette giorni su sette.

Buon sistema di gestione dei ticket

Il sistema di gestione dei ticket dell’assistenza dell’azienda tuttavia funziona bene. Abbiamo ricevuto risposte esaustive in modo rapido, cortese e amichevole. Questo metodo non è comunque comodo come l’assistenza immediata offerta da una chat.

Risorse online

È anche disponibile una sezione di guide online per la risoluzione dei problemi, FAQ e fatturazione.

L’attenzione è rivolta agli utenti meno esperti di VPN, quindi non ci sono molte informazioni relative a protocolli, crittografia o implementazione tecnica.

La pagina dei problemi di connessione contiene informazioni sulle porte e sul Tethering, ma non sono disponibili informazioni dettagliate.

Prezzo e qualità

VPN costosa senza garanzia di rimborso

77,0/10
Come viene calcolato?

Il criterio di prezzo e qualità è oggetto di una valutazione, ma non è incluso nella nostra valutazione complessiva. Crediamo che il lettore debba decidere da sé se un prezzo è ragionevole o meno.

Una buona valutazione sotto questo aspetto non si basa solo su quanto poco costa la VPN, ma sul valore che offre nel complesso.

Considerando i suoi difetti, TunnelBear è troppo costosa. Inoltre non offre una garanzia di rimborso, anche se può offrire un rimborso caso per caso. È possibile provare la VPN grazie alla versione gratuita, ma pensiamo che i clienti insoddisfatti devono poter recuperare i propri soldi.

Alla #15 posizione su 56 VPN per Prezzo e qualità

La versione a pagamento di TunnelBear offre tre piani di abbonamento:

  1. Mensile

    9,99 $/mese

    9,99 $ addebitati ogni mese
  2. 12 Mesi

    4,99 $/mese

    59,88 $ addebitati ogni 12 mesi
    Risparmia il 50%
  3. 3 Anni

    3,33 $/mese

    120,00 $ addebitati ogni 3 anni
    Risparmia il 58%

Non è disponibile una prova gratuita senza limiti di dati o una garanzia di rimborso. TunnelBear aveva rimosso il piano mensile, ma lo ha reintrodotto

Ci sono altri due piani di abbonamento disponibili: un piano annuale che costa 4,99 $ al mese, e un piano triennale che costa 4,17 $ al mese.

Questi prezzi si collocano nella fascia bassa della tipica fascia di prezzo delle VPN. Tuttavia, riteniamo che la VPN sia troppo costosa, dato il numero di punti deboli.

È in ogni caso disponibile uno sconto per gli studenti, che pochissime VPN offrono.

Opzioni di pagamento e rimborso

TunnelBear accetta i seguenti metodi di pagamento:

  1. American Express
  2. Bitcoin
  3. Mastercard
  4. Visa

TunnelBear accetta un numero limitato di metodi di pagamento, inclusi carte di credito e di debito e Bitcoin.

Ci piace la possibilità di poter pagare con criptovalute in modo anonimo. Ma non è possibile pagare con PayPal, cosa non comune per una VPN.

Non è nemmeno possibile usare altri metodi internazionali come AliPay o UnionPay.

Risultato finale

Una VPN solo per gli utenti meno esperti

TunnelBear è una VPN simpatica, ben progettata e sicura. È un’ottima scelta per i nuovi utenti che desiderano proteggere il proprio traffico e nascondere il proprio indirizzo IP a casa o sul Wi-Fi pubblico.

È una buona scelta per la privacy, grazie alla crittografia di alto livello, ai molteplici controlli di sicurezza e a una solida politica sui log. Detto questo, la giurisdizione canadese e le vulnerabilità identificate potrebbero far allontanare alcuni degli utenti più attenti alla privacy.

Pur essendo sicura, TunnelBear non è destinata agli esperti di VPN. Il numero di server è limitato, mancano funzioni di sicurezza avanzate e non funziona in paesi con forte censura come la Cina.

Anche per l’intrattenimento non funziona: non sblocca Netflix, BBC iPlayer o Hulu e non è compatibile con router o altri dispositivi di streaming come Fire TV Stick o Apple TV.

Ci piacerebbe vedere miglioramenti all’app iOS di TunnelBear, assistenza live automatizzata e compatibilità con più piattaforme.

Se sei un utente avanzato e vuoi sbloccare contenuti da paesi lontani o sperimentare con molte impostazioni configurabili, ti consigliamo di cercare altrove.

Se invece sei un principiante e vuoi semplicemente nascondere in modo sicuro l’indirizzo IP a un prezzo semi-decente, TunnelBear potrebbe essere la VPN che fa per te.

Alternative a TunnelBear VPN

CyberGhost

CyberGhost

99,0/10

A differenza di TunnelBear, CyberGhost è ideale per lo streaming, con server dedicati che sbloccano Netflix, BBC iPlayer e altre piattaforme. Ha più opzioni configurabili ma è comunque molto facile da usare. È inoltre possibile installare CyberGhost anche sui router. Leggi la recensione di CyberGhost

Logo di Surfshark VPN

Surfshark

9.29,2/10

Surfshark è un’altra VPN per utenti meno esperti, che fornisce più del doppio del numero di posizioni dei server di TunnelBear. Funziona bene anche con i servizi e i dispositivi di streaming. Leggi la recensione di Surfshark


Feedback utenti per TunnelBear VPN

  • 2 recensioni degli utenti
  • 0 risposte alle domande